Croce Rossa Italiana sceglie il bracciale salvavita ideato da Audens

I dispositivi sono muniti di un'etichetta elettronica con un microchip in grado di trasmettere rapidamente dati dall'oggetto a uno smartphone
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Fare attività imprenditoriale oggi significa anche saper investire tempo e risorse economiche in opere a scopo sociale”. Così Monica Cerin, presidente della start up di Padova Audens, che ha creato il sistema AID (Audens Identification Device) che utilizza i Tag AIDNFC su tre ambiti di applicazione: Certificazione e autenticità di ogni prodotto, marketing digitale e tutela della salute.

Croce Rossa Italiana ha riposto fiducia nelle capacità tecnologiche e innovative di Audens che ha ideato alcuni dispositivi portatili come portachiavi, bracciali, card, muniti di tag: una piccola etichetta elettronica dotata di microchip programmabile in grado di trasmettere dati da un oggetto ad uno smartphone con immediatezza semplicemente avvicinando il cellulare al dispositivo, senza bisogno di alcuna App ma sfruttando la comunicazione di prossimità del protocollo NFC (Near Field Communication) presente sui cellulari di ultima generazione utilizzata anche per i pagamenti con Apple Pay o Google Pay.

Cerin esprime un sentimento umanitario per la scelta del bracciale salvavita AIDme da parte dei 680 comitati della Croce Rossa Italiana; AIDme è impermeabile, ipoallergenico e leggero e consente alle persone che lo indossano in caso di incidente o malore e conseguente perdita di conoscenza, di essere soccorsi da operatori che, con il semplice utilizzo del proprio smartphone, già dotato di NFC, possono accedere a informazioni mediche indispensabili per fornire un primo soccorso attento, in condizioni critiche.

Lanciato di recente sul mercato farmaceutico e parafarmaceutico, il bracciale salvavita AIDme completamente Made in Italy, ha riscontrato un immediato successo grazie alla combinazione di diversi elementi quali: un’elevata qualità, immediatezza, semplicità d’uso e prezzi alla portata di tutti. 

Cri, attraverso l’Area Cri per le persone ha attivato una centrale operativa che risponde al numero 800.065520 – h24, 7 giorni su 7 – e a tutte le richieste di aiuto e di bisogno dei nostri cittadini e sta sviluppando ulteriori servizi basati sull’innovazione e la tecnologia. In modo particolare Cri si è orientata su dispositivi indossabili, tra i quali anche il bracciale Salvavita AIDme, di telemonitoraggio e di telemedicina.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»