VIDEO | Magi (Omceo Roma): “I nuovi medici non dimentichino la deontologia”

Cerimonia di iscrizione per i neo-medici. Tra i consigli: "ricordarsi sempre di essere un medico, di essere sempre pronti ad aiutare gli altri, indipendentemente da qualunque condizione, di religione, sesso o altro"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’ordine dei medici della Provincia di Roma accoglie 307 nuovi iscritti. I giovani dottori hanno partecipato alla cerimonia che si e’ svolta presso l’Hotel Pineta Palace con il presidente OMCeO di Roma Antonio Magi e Brunello Pollifrone, presidente del Cao romano (la Commissione Albo Odontoiatri). Continua dunque, da parte dell’OMCeO, l’azione istituzionale per l’accoglienza dei suoi nuovi associati al momento dell’iscrizione all’ordine professionale. Sono stati invitati i medici e gli odontoiatri iscritti per la prima volta all’Ordine dal Consiglio di giugno 2019 e fino a quello di ottobre 2019 e coloro i quali non avevano potuto partecipare alla precedente cerimonia del 16 giugno presso l’Hotel Sheraton.
La cerimonia e’ stata aperta sulle note dell’Inno d’Italia.

Durante l’evento i neoiscritti hanno prestato il Giuramento di Ippocrate, obbligatorio ai sensi del Codice Deontologico. Al termine, visibile l’emozione sui loro volti, e’ stato consegnato ad ognuno l’attestato di iscrizione, il badge magnetico e tutti gli strumenti informativi utili per la professione.

La sala conferenza dell’Hotel Pineta Palace ha registrato il pienone. Ad accompagnare i giovani medici i loro familiari, per un totale di circa 500 persone presenti. L’ordine di Roma, e’ stato spiegato dai responsabili OMCeO, e’ il piu’ grande ordine professionale non solo d’Italia ma di tutta l’Europa. Al momento sono 45 mila gli iscritti. Ogni anno ne arrivano 1.500. In pratica, e’ stato sottolineato, l’Ordine della provincia della Capitale ha tra le sue fila circa il dieci per cento dei medici italiani.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE

La cerimonia di accoglienza dei neoiscritti all’Ordine provinciale di Roma e’ “un momento molto importante per i giovani medici che si sono abilitati e si sono iscritti all’Ordine perche’ e’ un momento di massima importanza per quanto riguarda il loro futuro e la loro professione“. Lo dice, intervistato dalla Dire, il presidente OMCeO di Roma Antonio Magi “Oggi fanno il Giuramento di Ippocrate- sottolinea Magi- un giuramento che si fa gia’ dal 400 avanti Cristo. Quindi e’ un momento molto istituzionale e molto seguito che fornisce le regole e i principi che guidano la professione medica e garantisce l’etica a cui il medico si deve ispirare”.

Un consiglio da dare ai giovani medici? “Innanzitutto- riflette il presidente dell’Ordine provinciale di Roma – quello di seguire i principi scritti nel Codice deontologico. E poi di ricordarsi sempre di essere un medico, di essere sempre pronti ad aiutare gli altri, indipendentemente da qualunque condizione, di religione, sesso o altro. Per cui devono tenere a mente che l’essere umano deve essere sempre curato e assistito. Io cerco poi sempre di consigliare che venga comunicato nel migliore dei modi, che ci sia cioe’ un rapporto medico paziente fondato sia sulla fiducia reciproca ma anche di comunicazione, perche’- conclude Magi- anche il tempo della comunicazione e’ tempo di cura“.

POLLIFRONE: “SIAMO ORDINE DEI MEDICI PIU’ GRANDE D’EUROPA”

La cerimonia di accoglienza dei neoiscritti all’Ordine provinciale dei medici di Roma e’ “un momento molto importante perche’ in queste ore di interazione tra noi, consiglieri, presidente e gli iscritti, possiamo spiegare ai colleghi neolaureati tutto cio’ che fa l’Ordine che, ricordiamolo, e’ un ente sussidiario dello Stato e oltre a rapportarsi con le istituzioni ha anche dei vantaggi per chi ne fa parte”. Lo dice Brunello Pollifrone, presidente del Cao Roma (Commissione Albo Odontoiatri), intervistato dall’Agenzia Dire durante l’evento dell’OMCeO di Roma che si e’ svolto all’Hotel Pineta Palace.

“Ne dico uno solo visto che parliamo di neolaureati- spiega Pollifrone- oggi abbiamo sul nostro sito un link che da’ la possibilita’ di collegare chi offre a chi cerca lavoro. Moltissimi colleghi, negli ultimi anni, hanno trovato lavoro attraverso questo link e auguro anche ai nuovi iscritti di entrare sul sito e iscriversi perche’ c’e’ la possibilita’ di interagire con case di cura, centri medici e centri odontoiatrici che molto spesso cercano dei consulenti. I giovani medici hanno quindi il vantaggio e la possibilita’ di poter trovare lavoro all’interno di questi centri”. Gli odontoiatri nella provincia di Roma, sottolinea il presidente Cao, “sono stati circa una cinquantina a effettuare il Giuramento di Ippocrate” durante la cerimonia di oggi. “Gli iscritti totali all’Ordine provinciale di Roma sono 5.800. Siamo l’Ordine dei medici piu’ grande d’Europa- conclude- siamo l’Albo degli odontoiatri piu’ grande d’Europa e questo non solo ci onora ma e’ anche un grande lavoro perche’ riusciamo, nonostante tutto, a seguire attraverso i nostri consulenti e la nostra disponibilita’ tutti gli iscritti”.

Tra “le novita’ in assoluto che possiamo citare c’e’ l’accordo che abbiamo concluso due anni fa con la regione Lazio: oggi c’e’ la possibilita’ di poter condividere studi che si chiamano studi polimedici, tra medici e odontoiatri, non solo tra medici specialisti ma anche medici di medicina generale o pediatri di libera scelta”, ha poi spiegato Pollifrone.

“Questo perche’ in un momento di crisi economica- spiega- consente di condividere lo studio e di conseguenza le spese, vuol dire poter condividere le spese di segreteria, poter condividere un dipendente che gestisce lo studio. Ma non e’ soltanto una questione economica, e’ anche una questione di interazione tra la professione. Questo tipo di possibilita’ e’ previsto in due sole Regioni, e’ previsto nel Lazio e in Toscana. Noi abbiamo dato questa possibilita’ ai colleghi. L’ultima cosa che vorrei dire, forse la piu’ importante, e’ che l’apertura di questo studio viene effettuata in 24 ore: non e’ un’apertura che deve essere autorizzata dalla Regione, viene effettuata con una semplice comunicazione all’ASL, comunicazione puo’ essere fatta sia per pec o con una semplice raccomandata. E questo e’ un fiore all’occhiello dell’Ordine e, se vogliamo, anche Regione Lazio”.

IL GIOVANE MEDICO: “GRANDE EMOZIONE”

Sicuramente “e’ un traguardo molto importante dopo molti sacrifici, anni di studio e impegno”. Lo dice Alessandro Tropea, medico specializzando in cardiologia all’ospedale Sant’Andrea con la Sapienza, uno dei neo-iscritti che hanno partecipato alla cerimonia di accoglienza dell’OMCeO di Roma.

“Essere qui e’ veramente una grande emozione- sottolinea il giovane dottore- ringrazio il presidente per la bellissima cerimonia che ci ha regalato. La passione c’e’ e io ce la mettero’ tutta per fare del mio meglio e riuscire a raggiungere poi i traguardi che arriveranno piano piano”. Un buon medico, osserva Alessandro Tropea, “sicuramente oltre alle competenze professionali e’ importante che abbia un rapporto diretto ed empatico con il paziente, cercando un po’ di immedesimarsi e condividere anche il disagio e la sofferenza e creando un legame con il paziente per poi riuscire appieno a curarlo nel vero senso della parola, non solo dal punto di vista pratico ma anche dal punto di vista umano”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»