Milano, le bici del bike sharing del Comune sul fondo dei navigli: guarda la video-denuncia

In un video del Circolo Canottieri San Cristoforo si vedono le bici del bike sharing del comune di Milano sul fondo dei navigli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Carissima Mobike Italia ieri abbiamo recuperato altre due bici che erano state gettate nel naviglio”. Lo scrive su Facebook Simone Lunghi, postando un video del Circolo Canottieri San Cristoforo nel quale si vedono le bici del bike sharing del comune di Milano sul fondo dei navigli.

“Noi ci proviamo, a salvare il Naviglio dai vandali- continua Lunghi- Ma non siamo arrabbiati solo con loro. Siamo arrabbiati anche con voi! Abbiamo provato, le altre volte, a contattarvi per 20 giorni senza mai ottenere risposte e speriamo,a questo punto, che qualcuno informi le autorità che vi hanno dato la licenza (visto che sulle vostre bici c’è il logo del nostro amato comune). Anche queste bici sono con il GPS rotto e per questo inutilizzabili dalla vostra app”.

“Troviamo scandaloso- aggiunge- che il vostro servizio clienti non ci abbia MAI contattato per venire a recuperare quelle bici. Il vostro silenzio, che sfiora il menefreghismo, lancia una luce sinistra sulla bontà della vostra mission aziendale. Oltre ai messaggi che vi abbiamo inviato, abbiamo avuto mezza pagina sul corriere della sera, un servizio su TG3 Lombardia nel quale denunciavo, tra l’altro, che presso i due ponti pedonali c’erano un numero assolutamente non congruo di vostre bici. Una settimana dopo e due di quelle bici sono state gettate in acqua. Da parte vostra nessuna risposta”.

“Per questo- conclude- ho deciso di “passare alle maniere forti” e denunciare così pubblicamente la vostra inadeguatezza. Attendiamo un vostro riscontro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»