Genova, Di Maio: “Volontà politica certa di revocare la concessione a Autostrade”

ROMA - "Lo dico chiaramente, c'è una volontà politica certa: vogliamo revocare le concessione ad Autostrade per l'Italia. Non si
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Lo dico chiaramente, c’è una volontà politica certa: vogliamo revocare le concessione ad Autostrade per l’Italia. Non si può continuare a far finta che nulla sia accaduto. Questa gente continua a far pagare il pedaggio senza portare manutenzione ordinaria e straordinaria ed è ora di dire basta! Hanno scritto che il Governo frena, falso, il Governo accelera e revocherà le concessioni”. Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, lo scrive su Facebook.

GENOVA. M5S: GOVERNO COMPATTO SU PROCEDURA REVOCA CONCESSIONE

“Il governo è compatto, nessun dubbio sulla procedura di revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia. Conte sta facendo un ottimo lavoro, smentiamo categoricamente le fantasie giornalistiche circolate nelle ultime ore. I cittadini sono con noi e noi lavoriamo per tutelarli”. Lo scrive su Twitter Francesco D’Uva, capogruppo M5S alla Camera.

SALVINI: NO REVOCA SE AUTOSTRADE PAGA? NON SIAMO AL MERCATO

Stop alla revoca della concessione se Autostrade risarcisce famiglie e paga il nuovo ponte a Genova? “No, non siamo al mercato, ci sono 40 morti. Se autostrade apre il portafoglio fa una piccola parte del dovuto, risarcisce in minima parte italiani, non siamo a contrattare ‘tu mi dai questo io ti do questo'”. Lo dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a Tgcom 24.

“Se apre il portafoglio fa solo una minima parte del suo dovere- continua- ma non incide sul comportamento del governo che sarò rigoroso, io non cerco vendetta”.

“C’è qualche ministro, più di uno, che ha firmato una concessione assurda, vantaggiosa per il privato e non per gli italiani. Non so se chi ha firmato l’ha fatto per distrazione, incapacità o per altro”. Lo dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a Tgcom 24.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»