Genova, Toti: “Ponte pronto nel 2020 o qualcuno ne renderà conto”

"Il governatore della Liguria all'attacco: "Il percorso che la Regione aveva intrapreso avrebbe consentito alla città di riavere un ponte al massimo in 15 mesi. Il governo ne ha scelto un altro"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi l’articolo:

GENOVA – “Quel ponte deve essere pronto nel 2020 o qualcuno dirà la città di Genova per quale ragione non è pronto“. Così il presidente della Regione Liguria e commissario per l’emergenza di ponte Morandi, Giovanni Toti, stamattina a Genova a margine di un forum sui cambiamenti climatici.

“Quando tutto questo è cominciato- ricorda il governatore- ho detto che il percorso che la Regione aveva intrapreso avrebbe consentito alla città di riavere un ponte al massimo in 15 mesi. Il governo ha scelto un altro percorso: fin da allora ho messo dei paletti, oggi la clessidra corre. C’è chi si assume la responsabilità delle proprie scelte, noi siamo qui a collaborare in ogni modo possibile”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»