Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

I precari della ricerca ‘sospesi’ al Cnr: “Dal governo solo briciole”

I lavoratori del Cnr rivendicano il diritto alla stabilizzazione di tutti i precari della ricerca e contro il precariato di Stato.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo essere saliti sul tetto della sede del Cnr di Roma in piazzale Aldo Moro, i precari del Cnr si sono calati dalla facciata del palazzo per rivendicare il diritto alla stabilizzazione di tutti i precari della ricerca e dire basta al precariato di Stato.

In una nota della Flc-Cgil si spiega che “nonostante il successo della manifestazione di ieri, 15 dicembre, a piazza Montecitorio, le notizie che giungono dalla discussione della legge di Bilancio alla Camera sono assolutamente deludenti: solo 3 milioni di briciole si aggiungono ai dieci milioni già stanziati dal Senato. Assolutamente insufficienti per la stabilizzazione dei precari della ricerca. Per questo la mobilitazione continua. Chiediamo al Ministro Fedeli e al Governo di assumersi la responsabilità di risolvere subito il dramma della precarietà negli enti di ricerca”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»