Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bologna torna il Cioccoshow: prelibatezze, ma col green pass

cioccoshow
Stand da giovedì a domenica, però che fatica per trovare manodopera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Dopo lo stop dello scorso anno, a Bologna torna il Cioccoshow. La 16esima edizione della festa del del cioccolato artigianale, promossa da Cna e Wydex (gruppo BolognaFiere), si svolgerà da giovedì a domenica in piazza XX Settembre non solo sfidando il meteo di questi giorni ma anche scommettendo sulla capacità di superare le non poche difficoltà del periodo attuale: da un lato gli organizzatori hanno deciso di adottare misure anti-Covid anche più stringenti di quelle obbligatorie, dall’altro la manifestazione ha dovuto fare i conti con la scarsità di manodopera registrata tra gli espositori.

“Possiamo dire che si riallaccia il filo e si riparte”, afferma con soddisfazione il presidente di Cna, Antonio Gramuglia, presentando l’evento in conferenza stampa. Il ritorno del Cioccoshow dimostra che “in sicurezza, seguendo i protocolli che i nostri artigiani hanno seguito durante tutto il percorso e le problematiche date dalla pandemia, si può pensare di ripartire insieme, rivivere la città e gustare i prodotti artigianali dei nostri maestri cioccolatieri”. Si tratta di “un segnale importante, come neo assessora comunale al Commercio- sottolinea Luisa Guidone- sto sperimentando l’apertura e la riapertura di diverse attività e mi fa piacere che il Cioccoshow sia una delle prime che mi trovo ad inaugurare. Chiaramente siamo ancora in fase di pandemia e quindi è importante continuare ad utilizzare tutte le misure di sicurezza che sappiamo sono ancora molto importanti”. In particolare, “il Cioccoshow aderisce al protocollo di sicurezza Covid tipico delle fiere, al quale non era neanche tenuto- segnala l’assessora- e questo chiaramente per l’amministrazione è un punto di grande plauso rispetto agli organizzatori”.

 La manifestazione si estenderà su piazza XX Settembre e via Galliera. Gli espositori saranno come sempre collocati sotto tensostrutture, per consentire al pubblico di passeggiare tra gli stand anche in caso di maltempo, ma saranno distribuiti in varie isole per evitare l’affollamento delle corsie. Inoltre, in base al protocollo fieristico dell’Aefi, espositori e visitatori dovranno avere il Green pass: quindi il perimetro dell’area sarà delimitato da transenne con varchi, per verificare le certificazioni e gestire i flussi. Nell’area, inoltre, altri operatori avranno il compito di vigilare sull’assembramento e sul corretto uso della mascherina.

“Non potevamo assolutamente uscire dal solco dell’attenzione alla tutela della salute”, sottolinea Alberto Deleonardis di Wydex, project manager del Cioccoshow: “È sempre più importante comunicare alla gente che le manifestazioni sono vive e si possono vivere in totale sicurezza. Si è scelto il protocollo degli enti fieristici italiani, che è un po’ più stringente rispetto ad altri, proprio per dare un segnale”. E se in queste settimane “riceviamo tantissime richieste di informazione”, aggiunge Deleonardis, non si registrano “feedback negativi” sulle misure anti Covid previste. Intanto, però, “non è stato semplice organizzarsi sul coinvolgimento delle aziende espositive- spiega Deleonardis- per un problema che abbiamo anche in Fiera con gli allestitori: la mancanza di personale e la difficoltà a reperire manodopera”. Con il Natale alle porte, infatti, gli artigiani “sono nel periodo di maggior produzione e non è semplice trovare aziende strutturate per gestire sia i laboratori che una manifestazione”. Nonostante ciò, ci saranno 33 espositori da tutta Italia “che rappresenteranno l’eccellenza del cioccolato artigianale“, assicura Deleonardis. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»