Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Alfonso Signorini al Gf Vip: “Noi siamo contrari all’aborto. È polemica sul web, Lucarelli: “Parla per te”

signorini_lucarelli
La dichiarazione del conduttore si riferiva alla possibilità, paventata da Giucas Casella, di fare abortire la sua cagnolina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alfonso Signorini nell’occhio del ciclone. Il conduttore è finito al centro delle polemiche a causa di una dichiarazione durante la diretta del Grande Fratello Vip. “Noi siamo contrari all’aborto in ogni sua forma“, sono state le parole di Signorini, in risposta alla possibilità, paventata da Giucas Casella, di fare abortire la sua cagnolina.

LEGGI ANCHE: Lucarelli e Morgan litigano a ‘Ballando con le stelle’: “Sembriamo Travaglio e Renzi a Otto e mezzo”

La frase azzardata del conduttore ha scatenato l‘ira del web, con una pioggia di commenti al vetriolo della rete. Tra questi c’è anche quello di Selvaggia Lucarelli, che in un post su Instragram tuona: “Caro Alfonso Signorini, non so a nome di chi credi di parlare, ma NOI abbiamo votato a favore dell’aborto con un referendum che ha la mia età, quindi fammi questo favore: parla per te e per il tuo corpo, visto che non rappresenti né il paese nè il corpo delle donne. E già che ci siamo: anziché a Giucas Casella, nel silenzio generale delle donne in studio, queste frasi valle a dire a chi è costretto all’aborto terapeutico, alle vittime di stupri etnici, alle donne che scelgono in piena libertà e a chiunque abbia una storia un po’ più complessa da raccontarti che “Bettarini ha bestemmiato al grande fratello, espulso!”. Il moralismo ortodosso urlato al megafono del reality dal conduttore omosessuale pro life, ci mancava solo questo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»