Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Stabile la fiducia in Renzi, ma il Pd continua a calare

Per l’ultimo sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche, per Il Tempo, la fiducia nel presidente del Consiglio Matteo Renzi resta stabile al 35%
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per l’ultimo sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche, per Il Tempo, la fiducia nel presidente del Consiglio Matteo Renzi resta stabile al 35%. Ad inizio giugno la sua fiducia era al 37%.

Sorte diversa per il Partito Democratico che in questo ultimo sondaggio continua a scendere: dal 33,9% al 33,7% (-0,2%). Anche Forza Italia perde lo 0,2% e passa dal 12,2% al 12% (-0,2%).

renzi
M. Renzi

I partiti politici che invece continuano a registrare costanti aumenti sono: il Movimento 5 Stelle, che con il +0,3% arriva poco sotto il 23% (dal 22,6% al 22,9%) confermandosi seconda forza politica nel Paese e la Lega Nord che, con un +0,1%, arriva al 15,5% consolidandosi come terza forza in Italia.

Un leggero calo si registra invece per Fratelli d’Italia – An che con il -0,1% passa dal 4,1% al 4%. Sorte inversa per Area Popolare (Ncd-Udc) che con un +0,1% passa dal 2,6% al 2,7%. Stabile al 3,9% Sel.

Continua a crescere di quasi mezzo punto il dato sull’astensionismo che dal 33,9% passa al 34,2% (+0,3%). Un leggero aumento, pari allo 0,1%, anche per il dato sugli indecisi (dal 17,4% al 17,5%). Stabile al 2% il dato sulle schede bianche.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»