Al via il ‘Libro incartato’, Antonio Pronostico primo ospite della ‘Dire’

Un autore porta con se' un libro incartato, tra racconti personali e professionali, aneddoti e tavole, solo alla fine svela e scarta il titolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – ‘Il libro incartato‘ nasce in pre-quarantena. Un contenuto pensato per arricchire il neonato canale Dire Cultura, una rubrica in una libreria di quartiere di Roma – Il Giardino Incartato – per mettere al centro del discorso il graphic novel o – che dir si voglia – romanzo grafico. Una chiacchierata a tu per tu con uno sceneggiatore o un disegnatore per entrare in un mondo illustrato e ‘scritto’, dove parola e immagine si uniscono per dare voce a una storia.

Un autore porta con se’ un libro incartato, tra racconti personali e professionali, aneddoti e tavole, solo alla fine svela e scarta il titolo. La puntata zero, con il primo ospite Antonio Pronostico, e’ stata girata appena in tempo, qualche ora prima della chiusura delle scuole e a pochi giorni di distanza da quel 9 marzo ‘Italia zona rossa’ che difficilmente dimenticheremo.

Sanita’, scuola e storie di una pandemia globale sono state allora al centro di un lavoro serratissimo. D’altronde con le librerie chiuse il racconto avrebbe perso il suo senso, nonostante la voce degli addetti ai lavori si sia fatta sentire, trovando spazio anche tra le pagine della Dire.

Libri sospesi, libri a domicilio, scrittori in diretta, volumi e fumetti in digitale gratuiti o a prezzi stracciati. Questa quarantena ha comunque portato ‘cose’, dando vita e forma anche alle idee. Tra queste c’e’ la puntata pilota de’ Il libro incartato. La ripartenza pero’ e’ un invito a uscire nonostante ‘le sbavature’, che lasceremo li’ per raccontare un contenuto figlio di un tempo. Le librerie hanno alzato le saracinesche e questo – distanziamento sociale a parte – vuole essere un invito a viverle, perche’ ora piu’ che mai e’ necessario consumare creativita’ e leggerezza ma anche ritrovarsi a viaggiare in mondi di carta a colori.

ANTONIO PRONOSTICO – Dopo la laurea in comunicazione visiva a Firenze, dove fonda con altri studenti una rivista autoprodotta dedicata a letteratura, illustrazione e fumetti, diventa illustratore per diversi magazine della scena underground. Oggi i suoi lavori vengono pubblicati da importanti gruppi editoriali. Nel 2019 esordisce nel mondo del fumetto con Coconino Press – Fandango Editore.

IL GIARDINO INCARTATO – Il Giardino Incartato e’ una libreria indipendente per bambini e ragazzi, ma non solo. Cresciuta tra i palazzi di Via del Pigneto, a Roma, da nove anni porta il quartiere nel mondo di piccole e grandi case editrici, scommettendo sull’editoria di qualita’. “Un bel libro per noi e’ quello in cui la storia ci sorprende e racconta proprio quello per cui cercavamo le parole, dove i disegni sono una scoperta e un piacere per gli occhi. Poi ci sono i giochi che ci piacciono per i materiali scelti (carta e legno), il gusto un po’ retro e la fantasia nell’inventare nuovi modi di stare insieme tra i bimbi e con i bimbi”. A gestirla sono Barbara e Cecilia, con la collaborazione e i disegni di Alessandra.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»