Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A marzo parte il “Frida Tour” dei The Kolors: i biglietti in vendita dal 16 febbraio

Tutte le info su date e biglietti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Hanno fatto ballare l’Ariston durante la 68° edizione del Festival di Sanremo con la loro ‘Frida (Mai, Mai, Mai). Ora i The Kolors sono pronti per tornare a suonare sui palchi di tutta Italia portando la loro musica tra la gente, con un nuovo tour.

A marzo partirà il “Frida Tour” con cinque speciali appuntamenti nei club che permetteranno ai fan di assistere allo show dei The Kolors in una dimensione intima. Venerdì 16 febbraio a partire dalle 14.30, saranno aperte le prevendite su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

Queste le date del tour organizzato da F&P Group:

· domenica 4 marzo NAPOLI – Hart

· lunedì 5 marzo ROMA – Quirinetta

· mercoledì 7 marzo BOLOGNA – Locomotiv

· sabato 10 marzo MILANO – Tunnel

· lunedì 12 marzo TORINO – Hiroshima Mon Amour

‘Frida (Mai, Mai, Mai)’ è il primo inedito in italiano dei The Kolors, disponibile su tutte le piattaforme digitali.

The Kolors hanno pubblicato nei mesi scorsi l’album “You”, un prodotto internazionale con dei suoni che spaziano tra i generi e rispecchiano le varie anime della band, che vanta anche ospiti come il ‘Trap God’ americano Gucci Mane e gli ex Oasis Andy Bell e Gem Archer.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»