Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Gualtieri: “Per affrontare le sfide di Roma bisogna essere femministi”

gualtieri_casa_internazionale_donne
Le parole del sindaco capitolino in visita alla Casa internazionale delle donne
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Vogliamo costruire una città che assuma il punto di vista delle donne perché oggi Roma non è una città delle donne, non possiamo che farlo a partire da un forte punto di vista femminile, ma anche femminista. Lo ha detto bene la sindaca di Barcellona: non si può non essere femministi oggi se si vuole costruire una città capace di affrontare le sfide del nostro tempo, che non sono le sfide delle donne, ma di carattere generale”, ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in visita alla Casa internazionale delle donne.

Accolto da un applauso della platea presente per festeggiare la Casa che lo scorso settembre ha ricevuto un comodato d’uso gratuito per 12 anni, Gualtieri ha aggiunto che “la questione deve partire da un punto di vista di una autonomia politica e organizzativa delle donne. Dobbiamo affrontare il problema dei tempi della città, delle infrastrutture sociali, del lavoro, dei trasporti, dell’ambiente, della cultura. Se vogliamo affrontare tutti questi problemi e le sfide che Roma ha davanti non possiamo fare a meno della forza del punto vista delle donne che è femminista e al tempo stesso generale”. 

COSSUTTA: “GRAZIE AL SINDACO GUALTIERI, DA LUI POLITICA ALTA

“Abbiamo raggiunto un risultato molto importante con l’ottenimento di un comodato gratuito per i prossimi 12 anni. Un risultato che è frutto dell’impegno della Casa e delle donne che l’hanno attraversata. Riconosciamo una politica alta di cui il sindaco Gualtieri è artefice, una politica che ha scelto il riconoscimento politico dei luoghi delle donne. Abbiamo ottenuto un finanziamento che è un riconoscimento della storia di questo luogo, quindi politico.Grazie sindaco”, ha detto la presidente della Casa internazionale delle donne, Maura Cossutta, che ieri pomeriggio ha accolto il nuovo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, per celebrare la festa della Casa.

Gualtieri ha visitato il sito di via della Lungara insieme alle assessore all’Ambiente e alle Pari opportunità, rispettivamente Sabrina Alfonsi e Monica Lucarelli, poi ha raggiunto l’assemblea in corso formata da una serie di realtà romane. “Gli obiettivi fondamentali che chiediamo alla nuova Giunta- ha detto ancora la presidente- tra cui la difesa dell’ambiente e la parità delle donne, e al sindaco chiediamo una visione lungimirante della città, dove i beni comuni siano luoghi da preservare. Dedichiamo questa giornata di festa a Irene Giacobbe, una compagna che ci ha lasciato ma che è anche lei artefice di questa vittoria”. Cossutta ha infine consegnato al sindaco Gualtieri la nuova tessera della Casa Internazionale delle donne tra gli applausi delle persone presenti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»