Coronavirus, Fontana: “Lockdown a Milano? Non possiamo prevedere nulla”

"Non e' stato deciso ancora niente, ci siamo solo scambiati dei dati" dice il governatore della Lombardia | Di Nicolò Rubeis
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Niente di fatto dopo la visita in prefettura a Milano del governatore lombardo Attilio Fontana dedicata all’emergenza Coronavirus: “Non e’ stato deciso ancora niente, ci siamo solo scambiati dei dati” chiosa.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, 7.332 contagi con 152.196 tamponi. Preoccupa Milano: oltre mille positivi

Ulteriori consultazioni sono dunque rinviate “a venerdi” quando ci sara’ un altro incontro con il Cts lombardo. Le valutazioni saranno fatte tenendo conto dell’aggravarsi della situazione. Per questo “non possiamo prevedere nulla”, precisa Fontana sollecitato su un possibile lockdown a Milano a margine di un’iniziativa elettorale della Lega a palazzo delle Stelline. Bisognera’ “ascoltare i tecnici” e “le valutazioni che faranno”.

La didattica a distanza invece “e’ da escludere” viste le posizione contraria presa dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»