Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Iss, Alleanza Popolare: “Visite mediche in luoghi senza requisiti”

SAN MARINO - Alleanza popolare non molla la presa sull'Iss,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

san-marino_stradeSAN MARINO – Alleanza popolare non molla la presa sull’Iss, ormai al centro dello scontro in maggioranza. I consiglieri Valeria Ciavatta e Mario Venturini hanno depositato infatti un’interpellanza per fare luce su presunte irregolarità nel modus operandi delle visite mediche periodiche di Medicina del lavoro. “Alcuni lavoratori di aziende private- scrivono infatti- ci hanno segnalato di essere stati sottoposti alla visita medica periodica di Medicina del Lavoro in un mezzo mobile parcheggiato nei pressi della sede aziendale, oppure all’interno dell’azienda stessa in locali utilizzati abitualmente per attività amministrative o di altro genere”. Queste procedure paiono “in contrasto con le norme- proseguono i consiglieri- in virtù delle quali sono soggetti ad autorizzazione gli ambulatori in cui si effettuano visite ed accertamenti medici, che devono possedere requisiti di idoneità certificati dall’Authority Sanitaria”.

Per tanto, Ciavatta e Venturini chiedono al governo conferma delle segnalazioni ricevute e, “più precisamente- prosegue il testo- quali siano le disposizioni normative ed amministrative al riguardo e quali siano le conseguenze delle violazioni”. Non solo: si chiede al governo di riferire “se sia vero che il segretario alla Sanità, o altri organi di vertice della sanità, siano intervenuti allo scopo di far revocare una circolare con cui le competenti autorità e i servizi dell’Iss preposti alla vigilanza hanno richiamato all’osservanza delle disposizioni vigenti”. E, in caso affermativo, “quali siano state le ragioni e motivazioni dell’iniziativa diretta a tale revoca”. Infine, i consiglieri di maggioranza chiedono copia della circolare e “della eventuale disposizione scritta con cui è stato formulato l’invito alla sua revocare, nonchè di eventuali ulteriori note rilevanti al riguardo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»