Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ue determinata a riaprire l’ambasciata in Libia

libia
A oggi l’unico Paese europeo ad essere rimasto in Libia è l’Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BRUXELLES – L’Ue sta cercando di riaprire la propria ambasciata in Libia. Nella bozza delle conclusioni del prossimo summit dei capi di Stato e di governo in programma per il 19-20 ottobre si legge che il Consiglio europeo “incoraggia il lavoro incorso per stabilire rapidamente una presenza permanente dell’Ue in Libia, tenendo in considerazione le condizioni sul campo”. La riapertura di una sede di rappresentanza europea a Tripoli è subordinata a determinate condizioni di sicurezza. A oggi l’unico Paese europeo ad essere rimasto in Libia è l’Italia. Attualmente l’ambasciata Ue competente si trova a Tunisi dove si è spostata a metà 2014. L’Unione europea è determinata ad aumentare il dialogo con il governo di Fayez Seraj anche in chiave di gestione dei flussi migratori che attraversano il Mediterraneo partendo dalle coste libiche. Proprio l’immigrazione sarà uno dei punti principali del summit tra capi di Stati e di governo la prossima settimana a Bruxelles.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»