Legge di stabilità, emendamento per detraibilità fiscale su alimenti per malati cronici

"Non è una scelta, è una necessità dettata proprio dalla malattia", spiega all'Agenzia Dire la senatrice Venera Padua
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non è una scelta, è una necessità dettata proprio dalla malattia, si comprano determinati alimenti proprio per stare meglio, per non peggiorare il proprio quadro clinico generale”. Così ha dichiarato all’Agenzia Dire la senatrice Venera Padua annuciando l’emendamento presentato nella Legge di Stabilità dalla Commissione sanità del Senato. L’iniziativa interessa “una categoria particolarmente fragile ossia le persone con patologie croniche e che proprio per la loro patologia hanno la necessita assoluta di servirsi di alimenti speciali”. Pertanto come come per altri farmaci, l’emendamento presuppone che questi alimenti a “fine speciale” possano essere detraibili. Lo scopo, ribadito da Padua, è “venire incontro alle esigenze, sempre più forti nella popolazione, di quelle persone che soffrono di malattie croniche”.

di Edoardo Romagnoli – Giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»