NEWS:

VIDEO | Congresso Sumai, Cicchetti sulle liste di attesa: “Non le possiamo eliminare ma governare”

Il direttore: "Bisogna fare in modo che non creino iniquità di accesso"

Pubblicato:12-10-2023 13:50
Ultimo aggiornamento:12-10-2023 14:57
Autore:

Americo Cicchetti
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – “Le liste d’attesa sono un elemento essenziale in un sistema pubblico, non le possiamo eliminare, le dobbiamo governare e fare in modo che non creino iniquità di accesso. Devono quindi essere fisiologiche e non patologiche”. Lo ha spiegato all’agenzia Dire il direttore generale della Programmazione del ministero della Salute, Americo Cicchetti, professore di Organizzazione aziendale alla Cattolica di Roma e Direttore dell’Alta Scuola di Economia e Managment dei sistemi sanitari (Altems), a margine del 55esimo congresso nazionale del Sumai Assoprof, che si chiude oggi a Roma. “Per governare questo processo- ha proseguito- esistono due modi: agendo sull’offerta o agendo sulla domanda. Agire sull’offerta significa incrementare le risorse, le tecnologie, il personale, pagarlo di più. In realtà è il governo della domanda che dà i maggiori frutti ma con interventi che sono un po’ più di lungo periodo”.

“Mentre sistemiamo l’urgenza, e su questo possiamo intervenire guardando al lato dell’offerta- ha concluso Cicchetti- dobbiamo però cominciare ad impostare e tornare a fare il governo della domanda, che vuol dire fondamentalmente analizzare le tecnologie, fare valutazione, identificare quali sono le prestazioni appropriate in relazione ai bisogni, attraverso queste evidenze costruire percorsi e linee guida, quelle che poi ci aiutano a fare il vero governo della domanda, che permette di affrontare sistematicamente il problema delle liste d’attesa”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy