Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Forza nuova, il 20 ottobre al Senato quattro mozioni di scioglimento

forza nuova manifestazione
La richiesta è stata presentata da PD, M5S, Italia viva e LeU a seguito dei gravi episodi di violenza che si sono verificati durante la manifestazione No Green Pass di sabato scorso a Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sarà ‘guerra di mozionisui fatti di Roma. Saranno discusse in Senato il prossimo mercoledì 20 ottobre alle 14.30 le mozioni per lo scioglimento di Forza nuova e delle altre formazioni neofasciste presentate da PD, M5S, Italia viva e LeU. Questo quanto deciso dalla Capigruppo del Senato appena conclusa.

Lo stesso giorno, però, sarà presentata un’altra mozione che condanna la violenza politica in generale, e contro ogni totalitarismo che dovrebbero arrivare dal centrodestra ma non è stata ancora depositata.

DRAGHI: “IN CAMPO ANCHE I MAGISTRATI, NOI RIFLETTIAMO”

La questione è all’attenzione nostra prima di tutto. Ma anche a quella dei magistrati che stanno continuando le indagini e formalizzando le loro conclusioni. A questo punto noi stiamo riflettendo” ha detto il premier Mario Draghi rispondendo a una domanda sullo scioglimento di Forza Nuova da parte del governo.

LEGGI ANCHE: No Green Pass, guerriglia a Roma: cariche della polizia, Forza Nuova assalta sede Cgil

“Sciogliere Forza Nuova”, arrivano le mozioni. E La Postale oscura il sito

Vetri e arredi rotti, le immagini della sede Cgil devastata dall’assalto

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»