Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Stop alle feste private, e su Twitter scoppia la cinesegnalazione

Nel centro del mirino i delatori, che segnalerebbero alle autorità i party
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Governo dice stop alle feste private per contenere la diffusione del Coronavirus, e l’hashtag cinesegnalazione in un attimo diventa trening topic.  In origine protagoniste del gioco furono le famose autocertificazioni, poi ci furono i celebri congiunti, quindi il plasma. Ora con il nuovo divieto del Governo, gli utenti riprendono a modificare i nomi di celebri pellicole così che parlino del tema al centro del dibattito. L’attenzione è tutta sulle presunte spie, che segnalerebbero eventuali party alle autorità. Ecco allora che ‘Il silenzio degli innocenti’ si trasforma ne ‘Il silenzio degli invitati’, mentre Rossella O’Hara è la protagonista di ‘Via col segnalamento’ e il batman di Christopher Nolan diventa ‘Il Segnalatore Oscuro’. C’è anche il capolavoro di Bertolucci ‘Ultimo tango a Palazzo Chigi’, la serie tv ‘La casa nella pandemia‘ e la commedia di Verdone ‘Maledetto il giorno che ti ho invitato’. Quindi titoli che si prestano al gioco senza alcuna modifica come ‘Cena con delitto’, ‘Indovina chi viene a cena’ e ‘Quattro matrimoni e un funerale’. E c’è anche chi posta celebri opere d’arte, come l’Ultima cena di Leonardo, modificate in maniera tale che nell’opera compaiano anche dei poliziotti con relativo verbale per gli invitati.

LEGGI ANCHE: ‘I congiunti’ scatenano l’ironia dei social: pioggia di tweet per #cinecongiunti

Il plasma scatena l’ironia dei social, esplode #cineplasma

Il plasma scatena l’ironia dei social, esplode #cineplasma

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»