Scuola, Fedeli: “Smartphone in classe, didattica più appassionante”

valeria-fedeli
"I nostri ragazzi arrivano in classe già digitalizzati, il tema è insegnare loro come si sta sul digitale con la responsabilità dei docenti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il digitale è una straordinaria fonte di innovazione anche e soprattutto didattica. Uno strumento di coinvolgimento. Sempre più dobbiamo usare forme di didattica che coinvolgono e appassionano di più, tra cui gli smartphone. I nostri ragazzi arrivano in classe già digitalizzati, il tema è insegnare loro come si sta sul digitale con la gestione e responsabilità dei docenti”. Lo ha detto, nel corso della trasmissione Unomattina, la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, rispondendo a una domanda dei conduttori sull’utilizzo degli smartphone in classe.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»