Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lega-M5S, la riabilitazione di Berlusconi cambia tutto? Parisi: “Salvini si fermi”

Stefano Parisi lancia un appello a Matteo Salvini: "No a asse giustizialista con M5S, ora possiamo andare al voto e vincere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Voglio rivolgere un appello a Matteo Salvini: si fermi, non faccia l’accordo con Di Maio. La riabilitazione di Silvio Berlusconi apre nuove prospettive per il centrodestra. Si può vincere davvero e avere una maggioranza per governare senza doversi compromettere con i 5 Stelle. Un centrodestra che si presenterà più forte anche grazie a quel rinnovamento, da tanti auspicato e oggi finalmente possibile”, lo dichiara in una nota il segretario di Energie PER l’Italia, Stefano Parisi.

“Il Governo con i 5 Stelle – prosegue Parisi- sarebbe dannoso per il Paese, ci metterebbe in balia dei giustizialisti, bloccherebbe qualunque investimento e progetto di sviluppo, ci renderebbe tutti più poveri e insicuri. Un disegno di legge sul conflitto di interessi mandato in Parlamento dal governo Lega-5 Stelle, alla luce della riabilitazione di Silvio Berlusconi, sarebbe occasione di accanimento giustizialista in parlamento. La Lega da sola non sarà in grado di reggere questa pressione vendicativa. Il programma di governo del centrodestra, di sviluppo, sicurezza e libertà, non è compatibile con il programma e le idee che ispirano i grillini”.

“Il centrodestra – conclude Stefano Parisi- appoggi un Governo di garanzia che dia il tempo al Parlamento di correggere la legge elettorale e torniamo al voto. Il centrodestra può vincere davvero questa volta”.

 DI MAIO: RIABILITAZIONE BERLUSCONI NON CAMBIA NULLA

“Di nomi non abbiamo parlato ancora, oggi si parla del contratto di governo”. Sono le parole del leader M5S Luigi Di Maio al suo arrivo in Stazione Centrale a Milano, dove si terrà un vertice probabilmente risolutivo per la formazionedel nuovo governo. Sul leader di Fi Silvio Berlusconi e la sua riabilitazione, alla domanda se può cambiare qualcosa, Di Maio è lapidario: “Assolutamente no”, dice.

“La trattativa sul contratto di governo va avanti- afferma- perché l’obiettivo è di portare i migliori risultati per i cittadini italiani. Prendiamo atto di questa notizia ma la mia considerazione non cambia”.

LEGGI ANCHE:

Berlusconi “riabilitato”: può candidarsi alle elezioni

Berlusconi può tornare in Parlamento anche senza nuove elezioni, ecco come

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»