Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Gabbani trionfa a Sanremo. Il Festival fa il boom di ascolti

Con 'Occidentali's karma' il cantante carrarese si è piazzato davanti a Fiorella Mannoia, con la sua 'Che sia benedetta', e a Ermal Meta con 'Vietato morire'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – E’ Francesco Gabbani a vincere la 67esima edizione del festival di Sanremo.

Con ‘Occidentali’s karma’ il cantante carrarese si è piazzato davanti a Fiorella Mannoia, con la sua ‘Che sia benedetta’, e a Ermal Meta con ‘Vietato morire’.

I primi tre classificati in attesa dei risultati finali

Gabbani ha conquistato pubblico e critica e rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest.

LA PROCLAMAZIONE


ACCOPPIATA NUOVE PROPOSTE-BIG, I PRECEDENTI

Classe ’82, Gabbani si impose lo scorso anno tra le Nuove Proposte con ‘Amen’. Più ‘rapida’ di lui nel centrare la doppietta delle vittorie nelle due categorie solo Annalisa Minetti, quando, nel 1998, vinse il venerdì tra i Giovani e venne ammessa anche alla finale Big il giorno dopo, vincendola con la stessa canzone,  ‘Senza te o con te’. Non sono stati gli unici a tagliare da vincitori entrambi i traguardi. Toccò per primo a Eros Ramazzotti nel 1984 tra i Giovani con ‘Terra promessa’ e due anni più tardi tra i Big con ‘Adesso tu’. Marco Masini, invece, vinse nel 1990 e nel 2004: tra i Giovani con ‘Disperato’ e tra i Big con ‘L’uomo volante’. Ad Aleandro Baldi toccò nel 1992 e nel 1994, affermandosi tra i Giovani con Francesca Alotta cantando ‘Non amarmi’ nel 1992, e nel 1994 vincendo tra i Big con ‘Passerà’. Negli anni più recenti, è stata Arisa a trionfare nelle due categorie, con ‘Sincerità’ tra i Giovani nel 2009 e con ‘Controvento’ nella categoria maggiore nel 2014.

GLI ASCOLTI

L’ultima serata del festival ha sbancato gli ascolti. Davanti allo schermo per la finale erano in 12 milioni, con uno share del 58,4%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»