Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Veneto, arrivano i cimiteri per cani e gatti. Zaia: “Tema sentito a cui diamo attenzione”

cani e gatti
Ok a sepolture in cimiteri appositi o terreni privati: lo prevede la delibera approvata dalla Giunta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – In Veneto, d’ora in poi, gli animali da compagnia potranno essere seppelliti nei terreni privati o in aree attrezzate allo scopo, che saranno definite “cimiteri per animali“. Lo prevede la delibera presentata dall’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto e approvata dalla giunta regionale, che è conforme al regolamento comunitario in quanto specifica che “il sotterramento deve avvenire in modo che gli animali carnivori o onnivori non possano accedervi”.

Si tratta di un atto “solo apparentemente banale, ma che in realtà è un grande atto di amore verso i nostri animali domestici“, commenta il governatore del Veneto Luca Zaia, sottolineando che il possesso da parte di persone e famiglie di un animale domestico “sta diventando sempre più un fenomeno sociale”. E “quando questo rapporto finisce, perché la vita dell’animale è assai più breve di quella dell’uomo, si tratta comunque di una perdita che lascia dispiacere e nostalgia, anche considerando che, per molti anziani, il cagnolino o il gattino sono una compagnia fondamentale, spesso l’unica rimasta nell’ultimo scorcio della vita”, continua Zaia.

“Ecco perché dare la possibilità di seppellire l’animale morto in terreni privati o in aree dedicate non è una semplice scelta tecnica ma un segnale di attenzione a una realtà innegabile”.

LEGGI ANCHE:

In Italia ci sono animali domestici in una casa su tre, la metà sono stati salvati dalla strada

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»