Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Speranza: “Divieto di spostamento tra Regioni e confermato coprifuoco alle 22”

"Tra giovedì e venerdì ci prepariamo a ulteriore dpcm", dice il ministro della Salute ospite di Fabio Fazio su Rai 3
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le misure restrittive funzionano, con molta probabilità resterà il divieto di spostamento tra regioni. L’11 gennaio incontreremo le regioni e mercoledì sarò in Parlamento e tra giovedì e venerdì ci prepariamo a ulteriore dpcm“. Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite di Fabio Fazio su Rai 3, sottolineando che “è tempo di stringere, non di allagare. Io annuncio le misure in Parlamento e non in televisione: lavoreremo per fare un passetto avanti sul terreno delle misure restrittive“, quindi misure “come il coprifuoco alle 22 sarà confermato”.

EPIDEMIA IN FASE ESPANSIVA, PREVEDIAMO CRESCA ANCORA

Siamo in una fase di recrudescenza del virus in tutti i paesi Ue” e anche in Italia “l’epidemia è in una fase espansiva e la nostra previsione per i prossimi giorni è che cresca ancora”. E sull’obbligatorietà del vaccino il ministro ribadisce: “Valuteremo i numeri ma dalle prime vaccinazioni c’è una risposta straordinaria e penso che arriveremo a risultati altissimi senza imporre l’obbligatorietà”.

COMPLICATO PENSARE A SCUOLE CHIUSE E IMPIANTI SCI APERTI

“Mi pare complicato vedere le scuole superiori chiuse e gli impianti di sci aperti, ne parleremo con le regioni”.

SU APERTURA MUSEI C’È PROPOSTA DI FRANCESCHINI, VALUTEREMO

Su una prima apertura dei musei “c’è una proposta del ministro Franceschini, ne discuteremo”, conclude Roberto Speranza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»