Giornale radio sociale, edizione del 10 novembre 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

INTERNAZIONALE – Gender gap. Le donne europee guadagnano il 14,1% in meno rispetto agli uomini che svolgono le medesime mansioni. Sono i dati di Eurostat che evidenziano un divario di retribuzione che la pandemia in corso potrebbe incrementare. Per questo la Commissione Europea si è impegnata a varare “misure vincolanti sulla trasparenza salariale”.

SOCIETA’ – Custodi sociali. In Liguria un nuovo piano per sostenere anziani e persone fragili, in questo periodo di emergenze. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

La Regione Liguria, in accordo con il Forum del Terzo Settore del territorio, potenzia il numero verde già a disposizione e lo raccorda con il servizio dei Custodi sociali. L’iniziativa permette di aiutare concretamente una fascia di popolazione molto esposta, in questa emergenza covid, e ha l’obiettivo più ampio di tutelare la salute di tutti i cittadini. Il progetto prevede uno stanziamento di 500 mila euro e l’attivazione di volontari, grazie alla rete delle associazioni attive sul territorio. Le persone in difficoltà potranno richiedere servizi di consegna della spesa o dei farmaci, informazioni o segnalare specifiche difficoltà.

ECONOMIA – Smart working in rete. Al via la partnership tra “South Working – Lavorare dal Sud” e la Fondazione Con il Sud. L’obiettivo è quello di creare un sistema di collaborazione operativa fra tutti i soggetti interessati: lavoratori, aziende ed enti pubblici. Si stanno classificando gli spazi che possono ospitare il lavoro agile come coworking, bar attrezzati, biblioteche, o librerie. Le novità e i dettagli operativi del progetto verranno illustrati giovedì 12 novembre, alle 18, in diretta Facebook sulla pagina della Fondazione Con il Sud.

SPORT – Tecnologia antirazzista. La federazione calcistica scozzese ha lanciato uno strumento online per raccogliere segnalazioni di episodi di discriminazione sui campi di calcio di qualsiasi livello, anche dilettantistico. Raggiungibile sul sito o tramite app, lo strumento permette a chiunque, di segnalare episodi subiti o di cui si è stati testimoni. Un passo decisivo per fare del rettangolo verde un luogo sicuro e inclusivo.

DIRITTI – Sotto tiro. Negli ultimi due anni sono stati uccisi meno inviati di guerra, ma più giornalisti d’inchiesta. Lo dicono le Nazioni Unite. Il servizio di Paolo Andruccioli.

Nel biennio 2018-2019 è diminuito il numero di reporter uccisi in zone di guerra (67), mentre sono aumentati i giornalisti assassinati per i loro lavori di inchiesta: corruzione nella politica, violazioni dei diritti umani e reati ambientali (89). Il dato emerge dal rapporto sulla sicurezza degli operatori dell’informazione pubblicato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Per quanto riguarda il giornalismo d’inchiesta le percentuali ci dicono che ormai sei omicidi su dieci avvengono in regioni non in guerra. Un dato confermato anche dal Paese che detiene il primato: il Messico, con 25 professionisti assassinati nel periodo di tempo considerato.

CULTURA – Fumetti speciali. Al via la terza edizione di “Sensuability & Comics”, il concorso per illustratori sul tema della sessualità e della disabilità, promosso dall’associazione NessunoTocchiMario, per abbattere gli stereotipi attraverso fumetto e film. La scadenza è fissata al 15 gennaio. La premiazione il 14 febbraio alla Casa del Cinema di Roma.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»