Repubblica futura fa sold out, lista da oltre 30 candidati/FOTO

I candidati saranno presentati mercoledì
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sm_rf2

SAN MARINO – Repubblica futura fa il pieno di adesioni, mettendo sul tavolo oltre 30 candidati per le elezioni del 20 novembre prossimo. Dall’incontro odierno con la stampa, i coordinatori Nicola Selva e Nicola Renzi, affiancati da numerosi volti nuovi, presentano la serata di mercoledì 12 ottobre, in cui, dalla sala Montelupo di Domagnano si parlerà di un tema caro alla lista, l’internazionalizzazione. Ma soprattutto, mercoledì saranno presentati gli oltre 30 candidati di Repubblica futura. “Sono persone molto motivate- li descrive Selva- che appartengono ad ogni estrazione sociale, residenti in tutti i Castelli”. La lista di Rf ha inoltre superato ampiamente la “quota rosa”, prosegue, e raccolto persone giovani, molto attive, impegnate già nell’organizzazione della campagna elettorale, per esempio nei “focus group”, spiega Selva, ovvero nei momenti di incontro tematici che si tengono con frequenza nella sede di Valdragone del movimento, ma aperti al pubblico. Per Renzi i volti dei candidati testimoniano che Rf “non è la fusione di qualcosa che già esisteva, ma un progetto nuovo e concreto“.

antonella mularoni sds territorio
Antonella Mularoni

Il coordinatore illustra poi quello che viene definita la “carta di identità” della lista, ovvero i 10 punti programmatici approfonditi in questi mesi, presentati anche sul sito repubblicafutura.sm. Sono in sostanza “i 10 progetti che riteniamo importanti per il Paese”, sintetizza Renzi. Quindi “dieci priorità” che includono, tra gli altri, la riforma istituzionale, il progetto del centro storico, istruzione e formazione, smart city, sistema finanziario. Mercoledì sera, Rf parte presentando pubblicamente il primo progetto che è quello relativo all’internazionalizzazione. “Può essere intesa in due modi- spiega Renzi- l’attrarre investimenti dall’esterno, ma anche riuscire ad aprire nuovi contatti, nuove vie anche per chi opera già in territorio da tempo”. Per realizzarla Rf scommette sullo sviluppo del network composto dal corpo diplomatico, per esempio, o proseguendo ad implementare la formazione, con corsi di alta formazione come quelli già avviati in questa legislatura dallo stesso segretario di Stato Antonella Mularoni. Ma anche portando gli uffici regionali di importanti multinazionali in Repubblica, come è stato fatto con Mitsubishi. Mercoledì sera ne discuteranno prima di tutto attraverso testimonianze dirette imprenditori e corsisti, non solo quindi di candidati o esponenti di lista. A “sponsorizzare” la serata di Domagnano è in prima fila la stessa Mularoni. “Noi di Repubblica futura- spiega infine- riteniamo di poterne parlare di internazionalizzazione con cognizione di causa e con l’esperienza di chi ha già portato risultati in questo campo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»