Cena sul Crescentone, il Comune di Bologna valuta l'”idea matta” di Prodi

Romano Prodi ha lanciato la proposta di organizzare una grande cena sul Crescentone, in piazza Maggiore. Lepore: "Se si fa, sia evento internazionale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Palazzo D’Accursio apre alla proposta lanciata da Romano Prodi di organizzare una grande cena sul Crescentone, in piazza Maggiore. “Ma se lo facciamo lo dobbiamo fare in grande stile, proprio perchè è un’idea matta”. La pensa così l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna, Matteo Lepore, che commenta la proposta di Prodi questa mattina ai microfoni di Punto Radio.

“Sul momento, quando l’ho letta, ho pensato che fosse un’idea matta- ammette Lepore- però mi piace, è una sfida che penso vada raccolta”. L’assessore non firma però una cambiale in bianco, anzi alcuni paletti ci tiene a metterli.

“L’idea di piazza Maggiore è sicuramente un’idea di promozione- dice Lepore- ma prima di condividerla pubblicamente sia con il professor Prodi sia con i ristoratori vorrei chiedere in particolare due cose”. La prima, avverte l’assessore, “è che si faccia squadra. Cioè che se il Comune decide di accettare questa sfida, non ci siano divisioni fra associazioni di categoria o fazioni. E’ molto importante che il mondo della ristorazione e del commercio faccia squadra in questa fase: dobbiamo lavorare tutti assieme”.

“DEVE ESSERE UN EVENTO INTERNAZIONALE”

La seconda condizione per organizzare la cena sul Crescentone “è che si faccia una cosa di qualità– prosegue Lepore- Bologna in questi anni ha conquistato terreno a livello internazionale perchè è cresciuta la sua reputazione. Abbiamo fatto una grande fatica, con grande impegno, e ora dobbiamo dire che siamo una destinazione di qualità, dove si mangia bene e si viene accolti bene. In particolare dopo questo lockdown, possiamo ripartire se sapremo emergere nella qualità”. Quindi, avverte l’assessore, “deve essere un evento internazionale. Non dobbiamo fare semplicemente una cena: da tutto il mondo devono decidere di prenotare per venire in piazza Maggiore a cenare con i nostri ristoratori e magari con qualche ospite”.

Detto questo, Lepore si ferma e si limita ad aggiungere: “Sull’ospite e su quando fare la cena sul Crescentone mi riservo di parlarne con chi ha fatto la proposta e con i ristoratori, perchè se lo facciamo lo dobbiamo fare in grande stile, proprio perchè è un’idea matta”. L’assessore ci tiene però a ricordare che “per quest’estate abbiamo già pensato ad alcune cose ed è bene dircelo”.

Prima di tutto, proprio in piazza Maggiore è stato annunciato da poco il ritorno del ‘Cinema sotto le stelle’, dal 4 luglio all’1 settembre. Poi, sottolinea Lepore, il Comune ha approvato di recente una deroga al regolamento dehors, per consentire ai locali di allargarsi con sedie e tavolini all’esterno. “Sono già arrivate centinaia di richieste- spiega l’assessore- stiamo aiutando molto il mondo della ristorazione. Quindi l’aspetto che Prodi sottolinea, di dare opportunità ai ristoratori di mettere tavolini e sedie in spazi pubblici, c’è già e ci stiamo già lavorando. Peraltro, anche nell’ambito di ‘Bologna Estate’ i ristoratori saranno protagonisti della programmazione culturale dell’estate cittadina“, anticipa Lepore, che dopodomani, venerdì 12 giugno, presenterà il programma della rassegna estiva.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»