Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti, Civati: “Guardia costiera libica spara contro nave Ong, Pd ‘neosalviniano’ risponda”

[video width="1280" height="720" mp4="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/08/sea-watch.mp4"][/video] ROMA - “Il ministro dell’Interno Minniti, dopo aver disertato il Consiglio dei ministri, ha
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il ministro dell’Interno Minniti, dopo aver disertato il Consiglio dei ministri, ha ottenuto quello che voleva: essere indicato come il Salvatore della Patria da un’invasione di migranti… che non c’è. Invece di cercare gloria e riconoscimenti personali, Minniti risponda all’interrogazione di Possibile, in cui abbiamo chiesto conto del primo attacco ‘ante litteram’ della guardia costiera libica nei confronti di una nave di una Ong”. È quanto dichiara il segretario e deputato di Possibile, Pippo Civati, sollecitando la risposta del Viminale a un atto di sindacato ispettivo depositato alla Camera lo scorso 22 maggio.

“Quell’operazione- ricorda Civati citando l’interrogazione- è stata documentata da un video girato dall’organizzazione non governativa tedesca Sea Watch ed è stata attuata con una spericolata manovra che ha tagliato la strada e sfiorato la prua della barca della Ong, violando i regolamenti internazionali di navigazione e mettendo in grave pericolo gli equipaggi di entrambe le navi e la vita dei migranti”.

“È comprensibile- conclude il leader di Possibile- la tensione di Minniti rispetto alle fallimentari politiche neosalviniane del Pd scelte per cercare di raggranellare qualche voto a destra, senza nemmeno riuscirci. Ma da ministro è tenuto a fornire chiarimenti su un fatto grave, purtroppo padre di quel che rischia di diventare una tragica routine”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»