Palermo, raid vandalici in via Maqueda: denunciata baby gang

raid palermo
"Gratuite scorrerie notturne" nel corso delle quali giovani e giovanissimi danneggiavano gli arredi urbani di una delle strade più conosciute di Palermo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Uno spaccato “desolante”, fatto di “gratuite scorrerie notturne” nel corso delle quali giovani e giovanissimi danneggiavano gli arredi urbani di una delle strade più conosciute di Palermo: via Maqueda. È quanto sostiene la questura del capoluogo siciliano riguardo ai giovani individuati e denunciati per gli atti di vandalismo in via Maqueda, nel cuore del centro storico di Palermo. Due i procedimenti avviati a seguito delle denunce: uno presso la magistratura ordinaria e l’altro presso la Procura per i minorenni.

Gli agenti del commissariato ‘Oreto-Stazione’ sono riusciti a individuare i componenti della banda grazie alle immagini di videosorveglianza della zona. Nel mirino dei raid notturni, con tanto di schiamazzi e disturbo della quiete pubblica, soprattutto i cestini dei rifiuti e le telecamere di sicurezza di Palazzo Comitini, sede della ex Provincia di Palermo, che si trova proprio sui via Maqueda: i componenti della banda hanno cercato di distruggerle per evitare che registrassero le loro scorribande. Gli indagati sono stati denunciati a piede libero e multati anche per la violazione delle norme di contrasto alla diffusione del coronavirus.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»