Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’appello di Papa Francesco per la Siria: “Serve un negoziato serio, subito”

"Ciascuna delle parti in causa deve ritenere come prioritario il rispetto del diritto umanitario internazionale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Faccio appello alla comunità internazionale perché si adoperi con solerzia per un negoziato serio che metta la parola fine ad un conflitto che sta provocando una vera a propria sciagura umanitaria”. Lo ha detto Papa Francesco sulla Siria nel discorso al Corpo Diplomatico, ricevuto oggi per lo scambio degli auguri d’inizio anni.

“Ciascuna delle parti in causa deve ritenere come prioritario il rispetto del diritto umanitario internazionale, garantendo la protezione dei civili e la necessaria assistenza umanitaria alla popolazione”, ha aggiunto il Papa. Da questo punto di vita il Pontefice ha auspicato che la recente “tregua possa essere un segno di speranza per il popolo siriano, che ne ha profonda necessità”.

MEDIO ORIENTE, PACE CON DUE STATI PER PALESTINESI E ISRAELIANI

Arriva da Papa Francesco un “pressante appello affinche’ riprenda il dialogo fra Israeliani e Palestinesi, perche’ si giunga ad una soluzione stabile e duratura che garantisca la pacifica coesistenza di due Stati all’interno di confini internazionalmente riconosciuti”. Nel suo discorso al Corpo Diplomatico, il Pontefice ha aggiunto: “Nessun conflitto puo’ diventare un’abitudine dalla quale sembra quasi che non ci si riesca a separare. Israeliani e Palestinesi hanno bisogno di pace. Tutto il Medio Oriente ha urgente bisogno di pace!”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»