Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nomadi, Vallini ai media: “Vivono nei ghetti, occupatevene”

Appello accorato del cardinale vicario del papa per la diocesi di Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

valliniROMA  – Appello accorato del cardinale vicario del papa per la diocesi di Roma, Agostino Vallini, ai media e al mondo della comunicazione sul tema dei nomadi, e in particolare su quelli che vivono a Roma: “C’è uno scandalo gravissimo a Roma, che si chiama mondo Rom. Ci sono dei ghetti e io riceverei un grande regalo se ve ne occupaste. Il mondo del giornalismo, nelle forme che ritiene, si occupi di queste sacche di miseria. Su questo tema, nella Roma del Giubileo, ci dobbiamo aspettare che il Papa vada in un campo Rom per aprire il dibattito?”, dice Vallini incontrando il forum della comunicazione questa mattina nella sala conferenze del Seminario Romano Maggiore.

“Il mondo dei Rom a Roma- spiega Vallini- riguarda non più di 8 mila persone. Cosa sono in una città di tre milioni e mezzo di persone? E’ un mondo di lotte interne, che vive relegato in dei ghetti, che sono i campi. Ci sono quelli assistiti, tollerati e abusivi. Stanno aumentando questi ultimi, che ogni tanto vengono sgomberati con le ruspe: vi posso assicurare che tra questi ci sono persone per bene più di me, ma che non hanno la possibilità”.

Ai vari responsabili del Comune che si sono succeduti, conclude Vallini, “ho sempre messo in mano appunto. Due giorni prima che scoppiasse l’incendio sulla Pontina, a metà agosto, sono stato in visita nel campo nomadi di Castel Romano. Qui ho visto tra le cose peggiori, bambini che giocano in mezzo ai ratti. Un sindaco mi ha detto: ‘Mica posso dare le case ai Rom?’ Io gli ho detto: ‘Cerchi di regolarizzare queste persone, e quelle che hanno diritto siano messe in graduatoria’”.

LEGGI ANCHE

Opera Nomadi scrive a Sala: “Sindaco, si occupi lei dei rom. Finora 27 milioni sprecati”

Virginia Raggi e i milioni per i campi rom, 21 luglio: “Preoccupati, non succedeva da Mafia Capitale”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»