Estate a Milano, ecco il piano per la sicurezza: “Non sarà una città blindata”

Sarà un'estate dove la gente potrà vivere la città con maggiore serenità". Parola del prefetto di Milano, Alessandro Marangoni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

presentazione_piano_sicurezza_milano

MILANO – “Non sarà un’estate blindata. Sarà un’estate dove la gente potrà vivere la città con maggiore serenità”. Parola del prefetto di Milano, Alessandro Marangoni, che illustra alla stampa il piano di sicurezza per il presidio del territorio meneghino durante il periodo d’agosto. Presenti anche il comandante dei vigili urbani, Antonio Barbato, nonché l’assessore comunale alla Sicurezza Maria Carmela Rozza, che assicura come “sarà garantito un presidio anche in stazione Centrale e in Porta Venezia”, zone in cui c’è presenza costante di richiedenti asilo: “Fino a questo momento abbiamo avuto una presenza importante di migranti, però non abbiamo avuto situazioni di criticità per quanto riguarda la sicurezza e la gestione dell’ordine pubblico relativo alla presenza di queste persone”, spiega Rozza, che tende a differenziare la situazione con quella di Ventimiglia, dove invece “ci sono dei migranti che tentano di passare la frontiera francese così come fanno a Como quelli sulla frontiera Italo-Svizzera”.

A Milano invece “c’è un problema di stanzialità, seppur relativa, di migranti che cercano di andare verso la frontiera, per espatriare“, ricorda l’assessore. Questa operazione di presidio coinvolgerà sei zone cittadine, principalmente centrali come Darsena, Isola-Corso Como, Sempione-Arco della Pace, Duomo-via Dante, Brera e San Babila: “Le zone controllate saranno quelle di maggiore aggregazione- aggiunge Marangoni- se dovessero venire fuori altre zone, rimodelleremo i servizi e li attueremo anche là”. Gli orari? “Indicativamente pomeriggio e sera- replica Marangoni- anche perché dopo i fatti che si sono verificati in Francia e Belgio si è stabilito che gli attentati si concentrano in quella fascia oraria”.

LEGGI ANCHE

Migranti, Alfano: “Devastante se la Turchia apre i cancelli”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»