Tg Lazio, edizione dell’8 marzo 2021

In questa edizione: Covid, parte il treno sanitario; arrestato il fondatore di Cepu; la protesta degli ambulanti; il Campidoglio dà il via al risanamento di Ama
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COVID, DA ROMA PARTE TRENO SANITARIO PER CURA-TRASPORTO PAZIENTI


Parte dalla stazione Termini di Roma l’avventura del treno sanitario, il convoglio messo a disposizione da Ferrovie dello Stato per la cura e il trasporto dei pazienti durante le calamità e le emergenze, a partire da quella legata al Covid. In 8 carrozze saranno disponibili 21 posti in terapia intensiva con un’equipe di 31 persone tra medici, anestesisti e infermieri. “Per una risposta più efficace dobbiamo mettere insieme tutti i pezzi del nostro sistema Paese e questo treno e’ un esempio”, ha commentato il ministro della Salute, Roberto Speranza.


ROMA, ARRESTATO FONDATORE CEPU: SEQUESTRI GDF PER 28 MLN


Francesco Polidori, fondatore della università telematica Cepu, è finito agli arresti domiciliari insieme a un suo stretto collaboratore, nell’ambito di un’indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Roma, che vede coinvolti a vario titolo 6 soggetti per i reati di bancarotta fraudolenta, auto-riciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. L’inchiesta della Procura capitolina riguarda i fallimenti di 2 società per un passivo complessivo di oltre 180 milioni di euro. Il Tribunale ha disposto anche sequestri per 28 milioni.

ROMA, SBLOCCO RINNOVO LICENZE: AMBULANTI PARALIZZANO IL CENTRO


Gli operatori del commercio ambulante di Roma sono scesi in piazza e hanno tentato il blocco del traffico in centro per protestare contro la decisione della sindaca, Virginia Raggi, di fermare la proroga delle licenze. Dalle prime ore del mattino, 150 furgoni hanno invaso piazza Venezia. “E’ cominciata la protesta dei 12mila ambulanti di Roma contro Raggi che non rispetta la legge italiana”, ha detto il vicepresidente dell’Ana, Angelo Pavoncello.

AMA, RAGGI: LA RISANIAMO DA 15 ANNI DI NEFANDEZZE SUI BILANCI


Il Campidoglio, con una delibera di Giunta approvata venerdì sera, ha dato il via libera al risanamento di Ama con un’operazione complessiva da oltre mezzo miliardo di euro. “In questi anni in cui ci siamo rifiutati di approvare bilanci non veritieri, abbiamo fatto un’operazione verità e tirato fuori le nefandezze compiute negli ultimi 15 anni da chi mi ha preceduta. Abbiamo scoperto un buco di 250 milioni fatto rubando soldi ai romani”, ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, presentando il piano di risanamento della municipalizzata dei rifiuti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»