M5s, Di Battista: “A Roma codice per far rispettare le regole”

Il membro del direttorio grillino ventila il sospetto che la trasmissione 'Le Iene' abbia evitato di mandare in onda un servizio sgradito a Palazzo Chigi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
A. Di Battista
A. Di Battista

ROMA  – “L’attacco al M5S continua. In un Paese dove arrestano un esponente del partito di governo al giorno il problema è sempre tutto quel che fa il M5S. Hanno distrutto ogni cosa, la sanità pubblica è allo sbando, ci tolgono il diritto al lavoro, alla casa, all’istruzione. Trivellano i nostri mari, inquinano i nostri territori agricoli. Ma il dramma è un codice di comportamento a Roma che serve a far rispettare regole e programma“. Lo scrive su facebook Alessandro Di Battista, deputato M5s. “Possiamo rispondere solo mettendoci più impegno- prosegue-. Anche sorridendo di più e magari andando a parlare dovunque, nelle TV, nei programmi dove non siamo mai stati, in tutte le piazze d’Italia, anche solo con un megafono. E aggiunge con un Ps: “Io non me la prendo per il servizio de Le Iene su Bagheria. Me la prendo perché l’editore de Le Iene mesi fa ha bloccato un servizio fatto da due loro bravi giornalisti sugli scontrini di Renzi. Voci di corridoio dicono che la richiesta di non mandarlo in onda arrivò direttamente da Palazzo Chigi? Solo dicerie? D’accordo, e allora mandatelo in onda”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»