Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

FOTO | A Bologna luminarie in via D’Azeglio dedicate a Raffaella Carrà

luninarie_bologna_carrà
Col il suo volto e i testi delle canzoni; accese dal 10 dicembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Tornano in via D’Azeglio a Bologna le luminarie artistiche, che negli anni scorsi sono state dedicate a Lucio Dalla e Cesare Cremonini. Per il Natale 2021 invece il Consorzio di via D’Azeglio insieme a Comune, Fondazione Sant’Orsola, Ascom e Gam hanno deciso di rendere omaggio a Raffaella Carrà, scomparsa nel luglio scorso all’età di 78 anni.

LEGGI ANCHE: Dedicare un luogo alla Carrà? Il consiglio comunale di Bologna vota, ma non all’unanimità

La cantante, ballerina, conduttrice tv e showgirl era nata proprio a Bologna il 18 giugno 1943 e sarà ricordata con l’installazione dal titolo “Con Tanti Auguri! RaffCarrà”, ideata dal consorzio e dal direttore artistico Tiziano Corbelli. I lavori di allestimento sono iniziati questa mattina, mentre le luminarie saranno accese venerdì prossimo, 10 dicembre.

luninarie_bologna_carrà

“Sono stati scelti quattro fra i brani più rappresentativi e che potessero far emergere l’abbraccio dell’omaggio luminescente”, spiega il Comune di Bologna: ‘Ballo Ballo’; ‘A far l’amore comincia tu’; ‘Tanti Auguri’; ‘Rumore’. Sono state scelte strofe che “hanno non solo la memoria di canzoni note dell’artista, ma che potessero incontrare la filosofia che caratterizza il progetto”.

L’utilizzo dei testi è stato concesso dalle edizioni musicali Arcoiris, Sugarmusic, Warner Chappell Music e dagli autori Gianni Boncompagni, Franco Bracardi, Daniele Pace, Paolo Ormi, Andrea Lo Vecchio e Guido Maria Ferilli. I titoli dei brani sono stati invece disegnati da Malika Ayane, Bob Sinclar, Nina Zilli e Alexia.

Oltre ai brani luminosi, sono stati promossi dal Consorzio e disegnate dalla mano di Axel Buscarini anche quattro volti che rappresentano alcuni momenti della carriera della Carrà e che saranno collocati lungo la passeggiata. La prima luminaria, quella che si affaccia su piazza Maggiore, porterà proprio il volto di Raffaella. Mentre in via D’Azeglio la prima scritta saranno i suoi auguri: tutto in giallo, che “era il suo colore preferito”.

Raffaella Carrà è un “personaggio iconico- spiega Simone Dionisi, presidente del Consorzio- che ha saputo travalicare i confini nazionali, facendosi amare a livello mondiale, ha influenzato generazioni con la sua energia, voglia di vivere con il suo ritmo, un’artista completa. Così si è deciso di dedicarle le installazioni luminose di via D’Azeglio. Le luminarie esprimeranno la sua gioia, allegria, colore. Dopo tanta sofferenza ci piacerebbe che l’anno prossimo la felicità e l’amore fossero gli ingredienti principali”.

luninarie_bologna_carrà

Il consorzio ci tiene dunque a ringraziare la famiglia della Carrà, Sergio Japino e i suoi collaboratori, oltre agli artisti coinvolti. Il progetto però “non ha solo valenza di omaggio- sottolinea Dionisi- come avviene da anni, le nostre installazioni sono anche un’operazione sociale in favore del Policlinico Sant’Orsola”. Una volta smontate, saranno infatti messe all’asta e il ricavato sarà donato all’ospedale, in particolare per il reparto di Oncologia in corso di ristrutturazione, spiega il presidente della Fondazione Sant’Orsola, Giacomo Faldella.

“Un omaggio a una grande artista nata nella nostra città- commenta il sindaco di Bologna, Matteo Lepore- quello che avverrà fra pochi giorni in via D’Azeglio va ben oltre le luminarie natalizie. Un progetto artistico e solidale che esprime amore per la musica e per Raffaella Carrà. Ringrazio tutti coloro che lo hanno reso possibile. Sono sicuro che questa installazione farà Rumore”.

Le luminarie di via D’Azeglio pedonale “rappresentano ormai da tempo una della principali attrazioni del Natale bolognese- sottolinea Enrico Postacchini, presidente di Ascom- quest’anno siamo particolarmente contenti che la scelta sia ricaduta su Raffaella Carrà. Oggi più che mai abbiamo bisogno della sua carica e del suo entusiasmo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»