Russia, l’ospedale di Berlino: “Navalnyj uscito dal coma indotto”

L'ospedale sottolinea pero' che non si possono escludere "conseguenze a lungo termine del grave avvelenamento"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Aleksej Navalnyj e’ uscito oggi dal coma farmacologico e le sue condizioni di salute sono migliorate: lo ha reso noto l’ospedale berlinese della Charite’, dove l’oppositore russo e’ ricoverato.

Secondo i dottori, Navalnyj risponde agli stimoli verbali e viene progressivamente abituato a fare a meno del ventilatore.

In una nota, diffusa anche sui social network, si sottolinea pero’ che non si possono escludere “conseguenze a lungo termine del grave avvelenamento” che l’oppositore avrebbe subito in Russia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»