L’italiano contagiato dal coronavirus ha lieve febbre e congiuntivite

Stabili le condizioni della coppia di turisti cinesi, ancora ricoverati in terapia intensiva
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il cittadino italiano risultato positivo al Coronavirus “è in buone condizioni generali; presenta lieve febbricola e lieve iperemia congiuntivale. Il quadro clinico e quello radiologico polmonare sono negativi. Il paziente inizierà in giornata terapia antivirale”. E’ quanto si legge sull’ultimo bollettino medico diffuso dall’Istituto nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

LEGGI ANCHE: Positivo al coronavirus uno degli italiani rientrati da Wuhan

CONIUGI CINESI IN TERAPIA INTENSIVA

I due cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, positivi al test del nuovo Coronavirus, “sono tuttora in terapia intensiva. Le loro condizioni cliniche sono ancora invariate, con parametri emodinamici stabili. Sono attualmente in trattamento antivirale con il farmaco remdesivir. La prognosi è tuttora riservata“.

SPERANZA: “VICINANZA A ITALIANO RICOVERATO”

“Ho voluto esprimere sostegno e vicinanza da parte di tutta la nostra comunità nazionale. L’istituto Spallanzani è un istituto di grande qualità, di eccellenza. Credo che abbia dimostrato nei giorni scorsi le sue capacità. E’ in grado di fare bene”. Così ha parlato Roberto Speranza, ministro della Salute a Rai Radio1 all’interno del programma In Viva voce condotto da Ilaria Sotis e Claudio De Tommasi rispondendo a una domanda sul colloquio con il giovane ricercatore italiano ricoverato allo Spallanzani. Un commento anche sulle fake news di questi giorni: “È un clima non positivo. Dobbiamo fare tutti la nostra parte. Le istituzioni come i media. Non c’è nessun fondamento di natura scientifica a tante delle preoccupazioni e dei pregiudizi che vediamo nel dibattito pubblico. Qualsiasi atteggiamento che abbia un fondamento di tipo razzistico credo debba essere totalmente contrastato. La visita di ieri del Presidente della Repubblica credo abbia dato un esempio molto positivo“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»