FOTO | VIDEO | Dal 16 luglio a Veroli il Festival della filosofia, tra gli ospiti Galimberti e Bonino

Sette serate, sette lezioni e incontri incentrati sui temi della filosofia, della cultura e della politica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print





Previous
Next

ROMA – Dal filosofo Umberto Galimberti a docenti universitari quali Paolo Quintili o Giovanni Macri’. E poi Emma Bonino, che parlera’ di immigrazione, e Gabriele Lavia che raccontera’ Leopardi su un palcoscenico. Sette serate, sette lezioni e incontri incentrati sui temi della filosofia, della cultura e della politica, ma quella con la ‘P’ maiuscola. Questo, e altro, caratterizzera’ la prima edizione del Festival della filosofia di Veroli, presentato questo pomeriggio nella sede del Consiglio regionale del Lazio, tra gli altri, dal direttore artistico Fabrizio Vona, dal sindaco di Veroli, Simone Cretaro e dal capo di Gabinetto della Regione Lazio, Albino Ruberti.

La manifestazione si terra’ dal 16 al 30 luglio in due location della cittadina laziale, piazza Santa Maria Salome e il chiostro di Sant’Agostino, e si svolgera’ in piena sicurezza anti covid, con poltrone che rispetteranno il distanziamento e misurazione della febbre. Il tema del festival sara’ ‘I luoghi dell’altro, periferie, solitudini e marginalita”. L’ingresso sara’ gratuito.

CRETARO: “IL FESTIVAL E’ UNO STRUMENTO PER FAR CONOSCERE I PICCOLI COMUNI”

“Siamo particolarmente soddisfatti- ha spiegato Cretaro- da anni abbiamo scommesso sulla cultura come ricetta per la promozione turistica e culturale della citta’ e un festival come questo puo’ essere uno strumento per far crescere i piccoli Comuni come il nostro. Sara’ poi un’occasione anche per far scoprire le bellezze che da secoli caratterizzano la nostra citta’”.

VONA: “IL PENSIERO CRITICO E’ LO STRUMENTO PER CAPIRE NOI STESSI”

“Due sono le attivita’ umane che ci consentono di avere ancora un pensiero critico: l’arte e la filosofia- ha invece spiegato Vona- Per questo e’ cosi’ importante questo festival: perche’ il pensiero critico e’ quanto serve per capire noi stessi e il mondo, soprattutto in una fase come questa”.

RUBERTI: “FESTIVAL CARATTERIZZATO DA CORAGGIO E QUALITA'”

“La Regione- ha concluso Ruberti- vuole fortemente promuovere questa manifestazione caratterizzata da due parole: coraggio e qualita’. Coraggio, perche’ non era facile promuovere un festival dopo tutto quello che e’ successo. Nella nostra Regione sara’ una delle prime nuove iniziative post Covid. Qualita’, perche’ il programma e’ di altissima qualita’ per il tipo di relatori e perche’ avviene in luoghi importanti nel borgo”.

Tra gli altri ospiti attesi a Veroli ci sono anche Claudio Martelli, che dialoghera’ della crisi della politica con il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini, e il professor Antonio Cecere. Il programma completo del Festival si puo’ trovare su www.comune.veroli.fr.it.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»