NEWS:

Conte: “Preoccupati ma vigili, garantiremo la sicurezza dei nostri soldati”

Il premier Conte fa il punto sulla situazione in Medio Oriente

Pubblicato:06-01-2020 10:16
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 16:48
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – “La nostra attenzione deve essere concentrata a evitare un’ulteriore escalation, che rischierebbe di superare un punto di non ritorno”. A dirlo il premier Giuseppe Conte, intervistato da Repubblica, in relazione alla crisi irachena dopo l’assassinio di Qassam Solemaini.

Conte osserva che “e’ prioritario promuovere un’azione europea forte e coesa per richiamare tutti a moderazione e responsabilita’, pur nella comprensione delle esigenze di sicurezza dei nostri alleati”.

“Siamo preoccupati ma soprattutto vigili- aggiunge Conte- Stiamo facendo e faremo il possibile per garantire la sicurezza” dei nostri militari italiani nell’area mediorentale “in raccordo con alleati e partner”. “Le nostre truppe sono nella regione per svolgere una funzione essenziale di sostegno alle autorita’ locali nel contrasto al terrorismo e alla violenza, e questa – rimarca – e’ un’attivita’ di cui rivendichiamo non solo la concretezza ed efficacia ma anche la piena linearita’ e coerenza con i nostri valori”.


L’omicidio di Soleimani, continua il premier, rientra tra le vicende “delicate e complesse che per essere valutate a pieno, richiedono anche informazioni di intelligence decisive per pesare tutti gli elementi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy