Formazione. Diritto canonico, a Fano un corso per religiosi e laici

Il corso è organizzato e promosso dalla diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola e si terrà da ottobre 2017 a maggio 2018
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Suscitare nelle persone curiosità e interesse per il diritto canonico. E’ questo secondo l’avvocato canonista Anita Titomanlio l’obiettivo del corso di formazione in Diritto Canonico organizzato e promosso dalla diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola che si terrà da ottobre 2017 a maggio 2018 con il patrocinio dell’Institutum Utriusque Iuris della Pontificia Università Lateranense. Un corso di formazione in Diritto Canonico rivolto a Vescovi, Vicari Generali, Vicari Episcopali, Cancellieri diocesani, Economi diocesani, Officiali di Curia, Parroci, Presbiteri, Religiosi e Religiose, Diaconi ma anche a tutti i laici che desiderano approfondire lo studio dell’Ordinamento Canonico.

“Vogliamo fare in modo che tutte le persone alle quali sarà rivolto il corso si sentano responsabili di un progetto all’interno della Chiesa- spiega Titomanlio, tra i promotori del corso- e far capire che il diritto canonico non riguarda solo questioni matrimoniali, ma anche l’amministrazione delle diocesi e le esigenze delle comunità religiose che spesso chiedono loro aiuto, oltre al diritto penale canonico”. Un progetto messo in piedi, ci tiene a sottolineare Titomanlio, “grazie all’interesse e alla promozione del vescovo di Fano Fossombrone Cagli Pergola Armando Trasarti, alla disponibilità del rettore della Pontificia Università Lateranense monsignor Enrico dal Covolo e alla disponibilità del preside dell’Istitutum Utriusque Iuris professor Manuel Arroba Conde” e rivolto a tutti, religiosi e laici, perche’ “il diritto canonico è materia che interessa tutti, essendo inclusivo e non esclusivo”. E il corso si propone di utilizzare proprio il confronto tra diritto statale e il diritto canonico come momento di arricchimento, “per fare in mondo che ogni iscritto si renda conto dei limiti di ciascun diritto e, attingendo informazioni, nozioni ed esperienze, sia in grado di riportare il diritto canonico nella praticità della vita quotidiana”. “Nel diritto canonico- aggiunge Titomanlio- tutto ruota attorno alla persona. Solo conoscendolo si possono effettuare comparazioni ed arricchire le normative vigenti. L’obiettivo del corso ricalca la linea della Pontificia Universita’ Lateranense: dare una lettura veritiera del diritto canonico, dando importanza alla persona. Perciò abbiamo deciso di rivolgerci a tutti perché la Chiesa non va avanti solo con il lavoro dei religiosi, ma anche con l’apporto dei laici e con l’interazione tra i diversi ruoli. Un’interazione che ci sara’ anche nel corso, da cui usciranno arricchiti sia gli studenti che i docenti”.

E i docenti sono, secondo Titomanlio, un altro punto di forza del corso: “Gli iscritti avranno la massima preparazione. Tutti i professori che terranno i corsi sono insegnanti della Pontificia Università Lateranense, l’università del Papa, con l’Istitutum Utriusque Iuris che rappresenta un’eccellenza”. Chiave di volta del corso saranno i giovani, definiti da Titomanlio “punta di diamante del corso e dell’Istitutum Utriusque Iuris”, perché “se suscitiamo la loro curiosità c’è una bella possibilità di continuare un percorso che porti ad un contributo nel mondo della Chiesa” e perché “senza di loro non c’è innovazione”. Innovazione in un settore che può rappresentare, per avvocati giovani e meno giovani, un trampolino di lancio per intraprendere una carriera: “Conoscere l’ambito canonistico apre diverse possibilità- sottolinea l’avvocato-. Abbiamo bisogno di laici amanti della verità che possano aiutare nell’amministrazione delle diocesi, specie su aspetti che spesso si ignorano. Questo corso può quindi rappresentare un punto di svolta nella carriera professionale dei singoli avvocati”. Il corso si terrà a Fano nei locali della Curia Vescovile di Fano Fossombrone Cagli Pergola (via Roma 118). Sarà possibile iscriversi fino al 20 settembre, per lezioni frontali che impegneranno gli studenti una volta al mese dal mercoledì al venerdì. Non è previsto un tetto massimo di iscritti. Per conseguire il diploma, oltre alla frequenza obbligatoria dei 2/3 delle lezioni, sarà necessario sostenere un esame generale conclusivo di sintesi su tutte le materie frequentate e secondo gli argomenti che, durante il corso, verranno resi noti nell’apposito tesario. Il corso prevede l’accreditamento per la formazione continua degli avvocati di due crediti per ogni 4 ore di lezione. E’ possibile l’accumulo globale per la partecipazione a tutto il corso o l’accumulo parziale in base alle ore frequentate. Gli studenti che vorranno frequentare il corso da fuori sede potranno usufruire delle strutture convenzionate.

Per aggiornamenti sul corso è attiva la pagina Facebook al link: https://www.facebook.com/Corso-di-formazione-in-Diritto-Canonico-312977102488481/. Per informazioni: 0721.803.737 e 0721.826.044 – Fax 0721.801.984 – E-mail: giovanelli@pul.it – avvocatotitomanlio@pec.it.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»