Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Orrore a Fiumicino, finto mago violenta una ragazza di sedici anni

L'uomo, un 47enne, le aveva detto che le avrebbe tolto il malocchio e fatto sparire la cellulite con delle "pozioni magiche"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A Fiumicino era noto come ‘mago‘ e ‘fattucchiere‘, e nei giorni scorsi ha dato appuntamento a una minore, una ragazza di 16 anni, per “toglierle il malocchio” e curarle, con pozioni magiche, la cellulite.

Nel corso dell’appuntamento, l’uomo, un 47enne di Roma, ha accompagnato la ragazza in bagno dove, dopo averle praticato un massaggio sulle gambe con una ‘pozione magica’, l’ha obbligata a subire atti sessuali, dicendole che si trattava dell’unico modo per “togliere il male”.

Le indagini, svolte dalla quarta sezione della Squadra Mobile di Roma, specializzata in reati sessuali, e dal personale del commissariato Fiumicino, in sinergia con la Procura di Civitavecchia, che ha coordinato le attività, hanno confermato quanto denunciato dalla madre della persona offesa che, con grande sofferenza, ha ripercorso in audizione protetta l’abuso subito. Per questo motivo, il Tribunale di Civitavecchia ha adottato l’unico provvedimento ritenuto idoneo a fermare la pericolosità sociale di D.M., ritenendo altamente probabile la reiterazione del reato, ovvero la misura cautelare della custodia in carcere per il reato di violenza sessuale nei confronti di una minore.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»