Mafie. Sindacati ammessi come parte civile al processo Aemilia

Ne hanno appena dato notizia i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Vincenzo Colla, Giorgio Graziani e Giuliano Zignani, parlando "ordinanza storica"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Sindacati ammessi alla costituzione di parte civile per tutti i capi di imputazione richiesti al processo Aemilia. Ne hanno appena dato notizia i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Vincenzo Colla, Giorgio Graziani e Giuliano Zignani, parlando “ordinanza storica” da parte del gup Francesca Zavaglia. Sono state ammesse Cgil, Cisl e Uil Emilia-Romagna così come le Camere del lavoro di Modena e Reggio Emilia. Via libera alla parte civile anche per la Regione Emilia-Romagna e per, con differenziazioni sui capi di imputazione richiesti, diversi Comuni. Venendo alle associazioni d’impresa, parte civile per la Cna-Fita della presidente Cinzia Franchini. Sarebbero state escluse, invece, Sos Impresa, Avviso Pubblico, associazione nazionale Caponnetto e Arci Emilia-Romagna.

processo_aemilia

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»