Coronavirus, morto il vescovo di Caserta: trattato con la stessa terapia sperimentale di Trump

Dal ricovero e fino a ieri le sue condizioni erano considerate stazionarie. D'Alise e' il primo presule deceduto per il CoVid-19 in Italia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – E’ deceduto nella notte il vescovo di Caserta Giovanni D’Alise che 4 giorni fa era stato ricoverato dopo il riscontro della positivita’ al CoVid-19. A dare nota dell’avvenuto decesso l’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. L’alto prelato, nato a Napoli e vescovo di Caserta dal 2014, era affetto da cardiopatia ipertensiva, diabete, insufficienza renale e dislipidemia.

D’Alise “e’ stato sottoposto ai protocolli vigenti e trattato anche con il nuovo farmaco antivirale Remdesivir“. Dal ricovero e fino a ieri le sue condizioni erano considerate stazionarie. D’Alise e’ il primo presule deceduto per il CoVid-19 in Italia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»