hamburger menu

Gewiss Stadium di Bergamo, nuovo look entro autunno 2024: aumenterà la capienza

Il Comune di Bergamo ha approvato l'ultima variante per i lavori che riqualificheranno la curva sud dell'impianto. Lavori al via a giugno 2023, sarà pronto per ottobre 2024

05-08-2022 08:16
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La giunta del Comune di Bergamo ha adottato l’ultima variante al progetto di riqualificazione di quello che una volta era chiamato stadio Atleti Azzurri d’Italia e che ora si chiama Gewiss Stadium, l’impianto sportivo cittadino roccaforte delle gare casalinghe dell’Atalanta. Entro l’autunno del 2024 dovrebbero concludersi i lavori, che prevedono un ampliamento a oltre 24.000 posti.

Palazzo Frizzoni ha così dato il via libera all’ultima parte dell’intervento, con un cantiere previsto per l’inizio di giugno del prossimo anno. Per realizzare il parcheggio interrato, la curva sud e sistemare gli spazi esterni alla struttura sportiva sarà necessario infatti oltre un anno di lavori: al termine, non solo lo stadio sarà moderno e con una capienza superiore, ma anche l’area che dal Lazzaretto abbraccia lo stadio fino a viale Giulio Cesare avrà cambiato completamente volto, “dando concreta attuazione a un piano di rivalutazione di tutti gli spazi esterni all’impianto”.

Via le cancellate intorno al piazzale del mercato del sabato (che rimarrà parcheggio pubblico per 100 posti auto), in arrivo nuovi spazi verdi e nuove alberature, una rotatoria tra via Lazzaretto e lo stesso piazzale Goisis (dal quale spariranno le auto): la variante del piano attuativo come sottolineano dal Comune è divenuta, quindi, “occasione per rivalutare le prestazioni pubbliche collegate alla realizzazione della curva sud ed entro l’ottobre 2024- annunciano- tutti gli spazi saranno rimodernati”.
Per consentire l’eliminazione delle cancellate attualmente previste per delimitare gli spazi di prefiltraggio del settore ospiti sul piazzale della curva Morosini, il progetto prevede la realizzazione di “placche” verdi, in grado di garantire l’uscita dall’impianto in caso di emergenza e di rispondere alla richiesta normativa di un’area recintata.

Durante gli eventi sportivi la necessità di creare una netta separazione tra il settore ospiti e quello dei tifosi di casa viene assolta attraverso un sistema di cancelli con apertura a bilico. Tale sistema, nel normale utilizzo settimanale, consente l’utilizzo libero del piazzale.


Con l’introduzione delle rotonde, oltre alla viabilità già modificata a seguito degli interventi per prevedere sensi unici in via Fossoli e via dei Celestini, vengono introdotte ulteriori novità, ovvero il proseguimento della pista ciclabile da viale Giulio Cesare fino al piazzale del Lazzaretto. Parte di questa ciclabile (in sedi separate) viene realizzata sul marciapiede a lato nord della via Lazzaretto, che viene ridotta di una corsia di marcia nel tratto di percorrenza verso Ovest. Si prevede l’istituzione del senso unico in via Nedo Nadi in direzione di via Marzabotto – Lazzaretto ed in ingresso alla nuova rotatoria, a fianco alla rampa di accesso del parcheggio interrato privato.


Merita un approfondimento anche la realizzazione della nuova vasca di laminazione prevista al di sotto della piazza antistante la curva sud: con la nuova infrastruttura interrata, il Comune annuncia di risolvere parte dei problemi idraulici dell’area, caratterizzata dalla presenza di ben due corsi d’acqua, il Torrente Tremana e il Morla. Con la nuova vasca, e infine con il bypass previsto da Regione Lombardia per collegare i due corsi d’acqua, “si eviteranno future eventuali piene, mettendo in sicurezza il quartiere”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-05T08:16:01+02:00