FOTO | Il Centrodestra in piazza del Popolo, Salvini: “Qui la squadra per il prossimo governo”

Presenti alla manifestazione anche la leader di Fdi, Giorgia Meloni, e il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Sedetevi, sedetevi, cosi’ tra due minuti iniziamo ed evitiamo inutili polemiche”. Con queste parole Matteo Salvini e’ intervenuto dal palco di piazza del Popolo, dove oggi si tiene la manifestazione del centrodestraInsieme per l’Italia del lavoro“, invitando i partecipanti a prende posto nella platea allestita, visto che ampi settori apparivano ancora vuoti. Presenti alla manifestazione anche la leader di Fdi, Giorgia Meloni e il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani. Mi fido totalmente di Forza Italia– ha aggiunto il leader della Lega-. Avremo la forza, la fortuna e la bravura di convincere delle nostre idee chi non e’ ancora pienamente convinto. Oggi in questa piazza c’e’ la squadra che governera’ il Paese nei prossimi anni”.

SALVINI: “AUMENTATE PENSIONI INVALIDITÀ, STORICA BATTAGLIA”

“Aumentate le pensioni di invalidita’. È una storica battaglia della Lega, vinta dalle opposizioni alla faccia di un governo che ha dimenticato milioni di disabili e di ragazzi speciali, cancellando perfino il Ministero per le Disabilita’ istituito per la prima volta dalla Lega”. 

SALVINI: “SERVONO FEDERALISMO E PRESIDENZIALISMO”

“Federalismo e presidenzialismo, con un presidente eletto dai cittadini. Sono le riforme che servono all’Italia. Insieme a quella della giustizia”.

SALVINI: “ITALIA OSTAGGIO CGIL, AUGURI A NUOVO SEGRETARIO UIL”

 “L’Italia e’ un Paese ostaggio della Cgil”. Lo ribadisce Matteo Salvini dal palco di piazza del Popolo che poi ha fatto gli auguri “al nuovo segretario della Uil” Bombardieri.

MELONI: “CONFRONTO? CONTE CI MANDI DOCUMENTO DI COSE CONCRETE”

“Non andiamo dal presidente Conte a prendere te’ e pasticcini, se il governo vuole confrontarsi ci deve mandare un documento con le cose concrete da fare. Ci mandino le loro idee se ce le hanno”. Cosi’ la leader di Fdi, Giorgia Meloni, dal palco di Piazza del Popolo.

MELONI: “VOGLIAMO VOTARE, A OTTOBRE 2 MILIONI IN PIAZZA”

 “Vogliamo votare per le politiche, sono i cittadini che devono scegliere chi deve ricostruire e sulla base di quale visione. Vinceremo le elezioni regionali ma questo non ci basta e quando scenderemo in piazza a ottobre saremo 2 milioni e non piu’ una piazza contingentata, tenetevi pronti”.

USA, MELONI: “NEL MONDO FURIA ICONOCLASTA, NON SONO TUTTI RAZZISTI”

“In tutto il mondo c’e’ una furia iconoclasta per cui e’ tutto razzista, anche Cristoforo Colombo e’ diventato razzista”, prosegue Meloni. In realta’ questa e’ “l’ignoranza che alberga nelle menti di questi poveracci, ipocriti. Se la prendono con Indro Montanelli ma non dicono nulla sulle spose bambine e la sharia”, attacca.

 TAJANI: “ELEZIONI VIA MAESTRA, CI MANDINO A VOTARE”

“Certo che la via maestra sono le elezioni, speriamo che ci mandino a votare questi signori”. Cosi’ il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, dal palco di piazza del Popolo.

GIACOMONI: “PIAZZA DEL POPOLO BOCCIA IL GOVERNO, LAVORO NON SUSSIDI”

“Noi crediamo che la soluzione sia il lavoro e non i sussidi. Per questo da Piazza del Popolo arrivera’ una bocciatura netta a quanto e’ stato fatto sinora da questo governo. Dunque presenteremo le nostre proposte partendo da una certezza: il lavoro non si crea per decreto, ma lo creano le imprese“. Cosi’ il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di Presidenza del Partito azzurro e vice presidente della Commissione finanze di Montecitorio, in un’intervista a ‘Il Tempo’. “Occorre dire agli imprenditori- ha proseguito- che tutto quello che hanno perso in questi mesi di chiusura forzata lo recupereranno perche’ con la fiat fax pagheranno non piu’ il 60% di tasse, ma al massimo ll 15%- 20%. Questo e’ l`unico modo per ridurre veramente poverta’ e disuguaglianze. E poi vogliamo coinvolgere la piazza su un tema che, basandosi su un`anomalia lunga oltre vent`anni, riguarda la liberta’ e le garanzie di tutti. Raccoglieremo le firme- ha annunciato Giacomoni- per chiedere che Berlusconi venga nominato Senatore a vita e per l`istituzione di una commissione d`inchiesta sull`uso distorto e politico della giustizia. È necessario che sia sanata questa ferita alla democrazia”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»