Conte ha gia’ i ‘contiani’, pronti a un partito del premier

I social che lo riguardano inondati di apprezzamenti all'indomani della conferenza stampa che segna la sua 'discesa in campo'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una lista, anzi, un partito del presidente Conte c’e’ gia’. Non nelle prospettive a breve del premier, che ieri si e’ detto piu’ interessato alla panchina della Roma. Quanto sui social che lo riguardano, inondati di apprezzamenti all’indomani della conferenza stampa che segna la sua ‘discesa in campo’. Conte raccoglie in mezza giornata piu’ di 4mila condivisioni, 12mila like, oltre 2500 commenti, la stragrande maggioranza dei quali a suo favore.

LEGGI ANCHE L’account Instagram che ‘celebra’ le fossette di Giuseppe Conte

Il presidente del Consiglio ha gia’ un nutrito esercito di contiani, pronti a seguirlo se, in caso di elezioni anticipate, vorra’ affrontare la sfida della candidatura in prima persona. Nessun dubbio per M. L. che definisce il premier “perla rara nel panorama politico italiano. Se fonda un partito- assicura- avrà il mio voto”. Il commento piu’ apprezzato, con 1200 like e’ di A. B.: “Ho 66 anni ed è la prima volta che sento un presidente del consiglio parlare così chiaro”. Per F. D. R. poche parole: “Conte uno di noi”. “Un discorso chiaro, che ha spiegato perfettamente a noi italiani l’attuale situazione politica: un discorso che avrebbe potuto fare un padre ai propri figli”, aggiunge U. C. che non risparmia sferzate a Salvini e Di Maio. P. F. si augura “alle prossime elezioni di trovare Conte con un suo partito, perché è una persona molto preparata. Sono fiero di averla al palazzo Chigi. Non ci mollare presidente”. A. T. si complimenta per il messaggio che ha trasmesso ai cittadini e alle forze di maggioranza. “Condivido pienamente ciò che ha detto! Mi auguro che possiate portare a termine il Contratto di Governo senza più tante polemiche, e soprattutto, mi auguro che venga rispettato il suo ruolo di Presidente del Consiglio, che svolge egregiamente, con stile, correttezza e onestà. Spero con tutto il cuore, che lei rimanga il nostro Presidente del Consiglio, il migliore che io abbia visto, negli ultimi 30 anni”.

Anche E. L. chiede al “Presidente, di non lasciare la politica dopo questo Esecutivo” mentre M. D. F. torna all’attacco dei vicepremier: “Devono entrambi essere calati in una vasca di umiltà. Sono un po’ troppo presuntuosi e quest’immagine non giova al paese. Hanno molto da perdere se si faranno sfuggire un educatore come lei…”. P. T. lo mette in guardia dal vicepremier leghista: “Salvini é più falso e traditore di Giuda, la sua ostentata fede è fanatismo religioso alla stregua dei fanatici musulmani. Stacchi la spina e si candidi come Presidente, gli italiani apprezzano il suo stile di persona perbene”, consiglia al premier. G. D. confessa a Conte: “Nella mia veneranda età non ho mai conosciuto un presidente del consiglio di uguale fattura. Ho conosciuto presidenti che si sono solo arricchiti alle spalle del popolo italiano, procurandoci debiti infiniti, regalandoci solo condannati. Grazie signor presidente, il popolo onesto ha bisogno di te. Ti auguro una lunga vita piena di soddisfazioni, perché le tue soddisfazioni influiranno su tutti noi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»