Tg Agricoltura, edizione del 4 maggio 2019

E' online la prima edizione del nuovo Tg Agricoltura
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CREMA DI NOCCIOLA, CUORE DOLCE DELLA TUSCIA

L’azienda Luca Di Piero, tra le prime nella Tuscia ad intuire il potenziale della nocciola gentile romana, è capofila di una corrente che vuole restituire al produttore agricolo l’identità di artigiano del gusto. In questo territorio che produce 40mila tonnellate l’anno di nocciole, di cui la maggior parte destinata alla grande industria alimentare, questa azienda agricola da qualche anno ha avviato la trasformazione autonoma dei prodotti della propria terra. Le prime creme a base di nocciola messe sul mercato da Luca Di Piero, non hanno impiegato molto a farsi notare da buongustai, chef e pasticceri. E la gamma tende ad allargarsi abbracciando altri sapori della tradizione del territorio con la collaborazione di altri produttori della zona.

IL GUANCIALE DI AMATRICE, SIMBOLO DI UN TERRITORIO

A 1400 metri di altezza, tra i Monti della Laga e il Gran Sasso, il laboratorio Berardi produce alcuni tra i salumi più popolari del Centro Italia: ventricine, mortadelle, salsicce di fegato, salami schiacciati e il celebre guanciale di Amarice. “Tutto prodotto artigianalmente come una volta” assicura il titolare, Ernesto Berardi. Il microclima di questa zona di alti pascoli permette una stagionatura naturale, senza additivi né conservanti. Il guanciale, base della pasta alla Gricia e dell’Amatriciana, viene conciato rigorosamente col peperoncino, come vuole la tradizione.

CACIOFIORE, L’ANTENATO DEL PECORINO ROMANO

La campagna romana è custode di una tecnica millenaria di lavorazione del latte ovino, con cui ancora oggi 5 aziende della provincia capitolina, tra cui il caseificio Riti di Capena, producono il Cacio Fiore “formaggio cagliato con i fiori del cardo selvatico”. Discendente da una famiglia di allevatori, è col latte del proprio gregge che Giuseppe Riti una ventina d’anni ha iniziato a fare i suoi formaggi, e oggi è ancora così.

DOPO L’EARTH DAY, DA ARSIAL UN ANNO DI INIZIATIVE PER L’AMBIENTE

In occasione della Giornata mondiale per la difesa del Pianeta, Arsial ha ribadito il proprio impegno a favore di scelte sostenibili nella gestione dei processi produttivi in agricoltura, e ha lanciato una campagna di sensibilizzazione che si svilupperà tutto l’anno con una serie di piccole azioni tese a mantenere viva l’attenzione sui temi della sostenibilità e promuovere l’educazione ambientale. L’iniziativa prenderà vita grazie al programma regionale di educazione alimentare Sapere i Sapori; con una serie di azioni interne ad Arsial per il riciclo dei rifiuti e l’utilizzo sostenibile delle risorse idriche; con un protocollo siglato con il Bioparco di Roma; infine, con un concorso fotografico e un progetto sperimentale sul riciclo delle plastiche derivanti dalle attività agricole.

:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»