NEWS:

Un concertone di solidarietà per l’Ucraina? Bologna è già pronta

L'idea di un concertone per aiutare l'Ucraina parte da La Rappresentante di lista, ma a Bologna Lepore pensa già a piazza Maggiore e a una data

Pubblicato:04-03-2022 17:12
Ultimo aggiornamento:04-03-2022 17:12

FacebookLinkedIn

BOLOGNA – Naviga verso Bologna il concerto proposto dal gruppo La rappresentante di lista per raccogliere fondi in favore dei profughi che scappano dalla guerra in Ucraina e la popolazione colpita. Il sindaco Matteo Lepore mette in chiaro che la decisione e l’eventuale annuncio spettano a chi ha lanciato l’idea, ma intanto sta ragionando sulla location, sulla data e anche sulle risorse da reperire per realizzare l’evento.

L’IDEA LANCIATA DA LA RAPPRESENTANTE DI LISTA SU TWITTER

La rappresentante di lista ha suggerito l’ipotesi di un “concertone” su Twitter, lunedì, trovando subito sponda in Lepore: “Bologna è a disposizione“, ha scritto il sindaco. A che punto è l’operazione? “Ci stiamo lavorando, una delle ipotesi è piazza Maggiore“, afferma oggi Lepore a margine di una conferenza stampa, “nel momento in cui si deciderà di farlo, perchè poi spetta a La rappresentante di lista e agli altri gruppi decidere se il luogo è Bologna. Noi siamo nella fase in cui ci stiamo mettendo a disposizione”.

IPOTESI FINE MARZO – PRIMI DI APRILE

Nel frattempo, però, “chiaramente faccio appello anche alle imprese private e a chi vorrà dare una mano“, aggiunge il primo cittadino: “Il sostegno economico al concerto per l’Ucraina e la pace sarà un modo concreto per dare una mano a questa causa”. I tempi? “L’ipotesi è entro marzo o i primi di aprile“, risponde Lepore. Insomma, sembra proprio che sarà Bologna ad ospitare l’iniziativa. “Non sta a me dirlo- risponde Lepore- ma al gruppo che ha lanciato questa cosa. Noi speriamo ovviamente di sì”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it