hamburger menu

Da Londra a Tokyo, Ducati fa salire in sella il made in Italy

Tre eventi, nelle capitali britannica, nipponica e a Shanghai, per promuovere le eccellenze italiane. E Pecco Bagnaia incontra i fan giapponesi dopo la gara

Pubblicato:03-10-2022 16:30
Ultimo aggiornamento:03-10-2022 16:30
Canale: Economia e Fisco
Autore:
DUCATI
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Da Londra a Tokyo, made in Italy protagonista con Ducati. La casa motociclistica bolognese ha dedicato le ultime settimane di settembre a una serie di iniziative di promozione. Nella concessionaria di Ducati nella capitale britannica mercoledì scorso è andato in scena ‘Ducati Live from London’, un evento dal format inedito, trasmesso anche in live streaming, durante il quale i protagonisti hanno parlato di made in Italy nel mondo, ricerca nel design e importanza della community.

DIRETTA STREAMING DALLA RIVE DEL TAMIGI

Gli spazi di Ducati Londra si sono trasformati in uno studio televisivo, nel quale Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, Andrea Ferraresi, direttore del Centro stile Ducati e Patrizia Cianetti, direttrice Marketing e comunicazione Ducati, sono stati intervistati dalla giornalista e conduttrice televisiva britannica Rachel Stringer. Tra gli ospiti sul palco anche Chaz Davies, ex pilota Ducati nel campionato Wsbk, ora coach ufficiale dei piloti del team Aruba.it Racing-Ducati.

A TOKYO I PILOTI INCONTRANO I FAN

A Shanghai, in Cina, il Consolato generale d’Italia e la Fondazione Altagamma hanno organizzato ‘Roar of Italy’, un’esibizione che ha riunito i migliori marchi italiani di automotive, con Ducati a rappresentare da sola il comparto delle due ruote. Infine, i piloti del Ducati Lenovo Team, Pecco Bagnaia e Jack Miller, durante il soggiorno in Giappone per la sedicesima tappa del motomondiale, sono stati ospiti dell’Ambasciata italiana a Tokyo per incontrare i fan nipponici delle rosse.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-03T16:30:00+01:00