Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sudan, emergenza sanitaria in 5 Stati: l’Italia in aiuto

Nel Paese è in corso un'epidemia di diarrea acuta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sud_sudan_carestiaROMA  – Con un finanziamento di 400 mila euro la Cooperazione italiana ha risposto all’appello lanciato a settembre dalla Federazione internazionale della Croce e Mezzaluna rossa (Ficross), a supporto di interventi nel settore acqua e igiene a beneficio di circa 64.500 persone in Sudan.

“L’iniziativa – si legge in una nota – risponde anche a una specifica richiesta di aiuto del governo sudanese per intervenire rapidamente sull’epidemia di diarrea acuta in corso nel Paese”. Nelle ultime settimane, pesanti inondazioni hanno colpito il Sudan, in particolar modo gli Stati di Kassala, Sennar, Gezira, West Kordofan e White Nile. A seguito di questi eventi, e’ stata registrata un’emergenza sanitaria, in particolare con il moltiplicarsi dei casi di diarrea acuta.

“Grazie al contributo italiano sara’ possibile attuare misure per prevenire e controllare il diffondersi della patologia nei cinque Stati colpiti dall’emergenza” si afferma nel comunicato: “Questo intervento sara’ finalizzato a rispondere ai bisogni primari della popolazione, alla realizzazione di attivita’ di formazione, con l’obiettivo di ridurre la diffusione di malattie infettive trasmissibili attraverso la contaminazione dell’acqua e promuovere le migliori pratiche nel settore dell’acqua e dell’igiene”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»